Giovedì, 13 Maggio 2021
Attualità Via Generale Graziani

Papa Francesco, fuori programma con un bimbo di una delegazione veronese

Durante l'udienza generale, Wenzel Wirth è salito sul palco e ha giocato con una guardia svizzera. E il Pontefice si lascia scappare un: «È argentino, è indisciplinato»

Wenzel Wirth che sale sul palco durante l'udienza generale

Era presente anche l'associazione Ants - Onlus per l'autismo di Lugagnano di Sona oggi, 28 novembre, all'udienza generale in Sala Nervi, in Vaticano. La onlus veronese festeggiava i suoi dieci anni ed è stata la protagonista di un piccolo fuori programma. Piccolo come Wenzel Wirth, un bimbo autistico che insieme alla mamma argentina e alla sorellina Walkiria faceva parte della delegazione di Ants.

Durante l'udienza, come riportato da Ansa, Wenzel è salito sul palco dove si trovavano seduti Papa Francesco e monsignor Georg Gaenswein e si è messo a giocare con una guardia svizzera che non poteva scomporsi. Poi si è avvicinato al Papa, insieme alla mamma che cercava di prenderlo. 

Papa Francesco si è divertito per questo episodio inatteso e a monsignor Georg si è lasciato scappare un «È argentino, è indisciplinato», una battuta riferita al piccolo Wenzel, ma anche a sé stesso visto che anche Bergoglio è argentino. Poi il Pontefice ha improvvisato un discorso nella sua lingua natale, prendendo spunto da quanto accaduto. «Questo bambino non può parlare - ha detto Papa Francesco - ma sa comunicare, sa esprimersi. E c'è una cosa di più: è libero; indisciplinatamente libero, però è libero. Tutti possiamo chiederci: sono altrettanto libero davanti a Dio? Davanti a Dio, tutti dovremmo avere la libertà di un bambino davanti a suo padre». E, infine, ha chiesto la grazia per Wenzel.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco, fuori programma con un bimbo di una delegazione veronese

VeronaSera è in caricamento