Attualità Santa Lucia e Golosine / A22

Autostrada del Brennero, sì al bilancio 2018. Due milioni per Verona

L'assemblea dei soci della società che gestisce la A22 ha approvato un rendiconto che stacca dividendi di 23 ad azione. Rinviate le decisioni sul nuovo consiglio di amministrazione e sulla concessione

Foto di repertorio

Ieri mattina, 29 aprile, si è riunita l'assemblea ordinaria dei soci di Autostrada del Brennero Spa, la quale ha approvato il bilancio 2018 così come deliberato il mese scorso dal consiglio di amministrazione.
L'utile di esercizio 2018 si attesta a 68,2 milioni di euro, derivante da un valore della produzione di 397,1 milioni. Continuano gli interventi di manutenzione, 39,4 milioni, come gli investimenti, 17,5 milioni, per un totale di 56,9 milioni. Ma un dato tra tutti appare significativo: il tasso di incidentalità lungo A22, che nel 2018 ha registrato il minimo storico di sempre, con un valore di 16,83.

L'assemblea dei soci, all'unanimità, ha deliberato di ripartire l'utile di esercizio destinando 35,3 milioni all'erogazione di un dividendo di 23 euro ad azione, lo stesso valore attribuito lo scorso anno. L'utile residuo di esercizio, 32,9 milioni è stato invece destinato a riserva straordinaria.
Unanimemente, l'assemblea dei soci ha inoltre deciso di rinviare la nomina del nuovo consiglio di amministrazione.

E tra i soci di Autostrada del Brennero Spa c'è anche il Comune di Verona, rappresentato ieri in assemblea dal sindaco Federico Sboarina.

La seduta di oggi è stata positiva per almeno due aspetti - ha commentato Sboarina - La Regione Trentino Alto Adige modificherà la propria legge regionale ed entro giugno verrà così ripristinato il cda della Brennero a quattordici coomponenti invece dei cinque proposti. Per noi soci del sud, da Verona a Modena, significa aver vinto la battaglia della rappresentanza dei territori. Trento e Bolzano hanno capito il ruolo che tutte le zone attraversate da A22 devono avere nella gestione della società. Questo nell'ottica di garantire gli investimenti in infrastrutture e per decidere assieme del futuro in merito al rinnovo della concessione.
Bene anche la cedola dei dividendi che, anche quest'anno, si conferma in due milioni di euro per il Comune di Verona. Risorse che avevamo previsto a copertura delle maggiori spese correnti 2019 per polizia municipale, sociale e cultura.

Al vaglio dell'assemblea dei soci, infine, un tema di forte attualità: il rinnovo della concessione autostradale. La nuova bozza di accordo da parte del ministro Danilo Toninelli è giunta allo società che gestisce la A22 a ridosso dell'assemblea di ieri e per questo i soci hanno deciso di aggiornarsi ad un successivo incontro. «Si tratta di questioni tecniche complesse che hanno bisogno di una valutazione attenta - ha detto il sindaco di Verona - Tutti i nostri enti devono avere il tempo di fare i necessari passaggi amministrativi interni. Abbiamo quindi sospeso il giudizio, che esprimeremo nei prossimi giorni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostrada del Brennero, sì al bilancio 2018. Due milioni per Verona

VeronaSera è in caricamento