Il grazie di Verona a chi ha offerto donazioni durante il lockdown

Il sindaco Federico Sboarina e l'assessore Daniele Polato hanno consegnato attestati di benemerenza a chi si è fatto avanti quando ce n'era più bisogno

Sboarina e Polato alla consegna delle benemerenze (Foto Facebook Daniele Polato)

Aziende, ristoranti, consorzi, associazioni, comunità. Sono alcuni volti della solidarietà espressa durante il lockdown, in tante forme e modi diversi. Realtà che hanno donato presidi medici ed altri aiuti alla città. Una grande squadra di angeli silenziosi che, senza chiedere nulla in cambio, si è messa subito a disposizione del prossimo, sostenendo, in varie forme, tutta la comunità veronese.
La risposta agli appelli del Comune e delle istituzioni è stata immediata, anche quando la mancanza di mascherine e disinfettanti ha richiesto il supporto di tutti. Subito consegnate forniture gratuite di latte a medici ed operatori sanitari, in difficoltà ad accedere ai supermercati a causa delle lunghe attese. Molti, inoltre, gli alimenti e i generi di prima necessità donati al Comune ed impiegati per portare supporto a tante persone in difficoltà.

A premiare e a ringraziare questa generosità a nome di tutta la città, ci hanno pensato oggi il sindaco di Verona Federico Sboarina e l'assessore Daniele Polato, i quali hanno consegnato attestati di benemerenza a chi si è fatto avanti quando ce n'era più bisogno. «Ognuno per la sua parte, nei complicati mesi di lockdown, ci siamo trovati ad affrontare qualcosa di straordinario e terribile - ha ricordato il sindaco - La quotidianità a cui eravamo abituati è stata travolta e destabilizzata da un nuovo tempo fatto di incertezze, decisioni difficili da prendere e paura. Ma, nonostante questo, la Verona della grande solidarietà non si è mai fermata. Ogni giorno, grazie al vostro aiuto, giungevano in Comune tante forme diverse di donazione. Mascherine, disinfettanti, alimenti e servizi. Una grande onda di generosità, spesso spontanea, da parte di chi in silenzio si è sentito parte integrante della sua comunità. Quanto avete fatto inorgoglisce tutta la città».
«Siete il grande cuore di Verona - ha aggiunto Polato - Con le vostre donazioni è stato possibile portare aiuto e sostegno a tanti uomini e donne che, senza sosta, hanno continuato a lavorare in prima linea nei giorni difficile del lockdown. Ci sono oltre tremila nuove famiglie in stato di povertà. Nuovi bisogni a cui dobbiamo saper fare fronte, perché abbiamo l’obbligo di non lasciare indietro nessuno».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi sono stati premiati: i rappresentanti di Carrera Jeans, per la donazione di mascherine; il centro scambi culturali sino-italiani Hangzhou, per mascherine; China Telecom, per mascherine; la concessionaria Bendinelli, per copri sedili auto per i mezzi della polizia locale; il consorzio San Zeno, per impacchettamento delle mascherine fornite dalla Regione; la coop agricola Latte Verona, per latte fornito agli ospedali di Borgo Roma, Borgo Trento e Sacro Cuore di Negrar; Davide Beschi, per intervento di sanificazione delle auto della polizia locale e taxi; Devidet srl, per disinfettante; il ristorante La Stua Erbezzo, per la donazione di gnocchi; Veronesi Holding spa, per la consegna di sovra cosce di pollo; associazione nazionale carristi d'Italia, per gel disinfettante; comunità Islamica, per mascherine; Eco Eridania, per mascherine; Zuegg spa per la donazione di 250 mila euro all'Ulss 9; azienda agricola Francesco Faccio, per la consegna di alimenti; Corona srl, per mascherine; Corsi spa, per servizio refrigerazione alimenti con celle refrigeranti e rimorchio frigo; De Angelis pasta fresca, per consegna alimenti; Dessert service, alimenti; Giesse Scampoli, per mascherine; Federico Gottardi enologia, per tute usa e getta e scarpe antinfortunistica; Melegatti, per consegna alimenti; Mero srl, Onesails Nord Est, Plastotex, per mascherine; Agriform, Panificio Avesani, Rana, Bayernland e Forno Bonomi, per alimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento