menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Fermo immagine video Drafinsub)

(Fermo immagine video Drafinsub)

Collettore del Garda, trovati batteri alieni responsabili della corrosione

Sono stati trovati fino ad una profondità di 186 metri e sono alieni perché non sono organismi autoctoni del lago, ma sono stati portati nel Garda da agenti esterni

La ditta genovese Drafinsub ha cominciato la manutenzione del chilometro di condotte del collettore del Garda che passano sulla sponta veronese del lago. Un lavoro che proseguirà fino al 20 marzo, prima della definitiva chiusura del cantiere.
Le operazioni si sono già concluse nel tratto bresciano e a parlarne su L'Arena è Luciano Scarpetta, che pone l'attenzione sul ritrovamento di una forma aliena di batteri che avrebbe corroso parte della condotta fognaria. Questi batteri sono stati trovati fino ad una profondità di 186 metri e sono alieni perché non sono organismi autoctoni del lago, ma sono stati portati nel Garda da agenti esterni come ad esempio le barche provenienti dall'estero per partecipare alle regate.
Campioni di questi batteri sono stati raccolti e sono stati consegnati all'università di Brescia che ha il compito di analizzarle.

Il responsabile del progetto di manutenzione ha spiegato a Scarpetta che le condotte fin qui controllate sono risultate corrose in modo importante in trenta punti, mentre in cinquanta punti le lesioni sono state giudicate più leggere. Per il resto, la condotta è sembrata in buono stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento