Attualità Bardolino / Via Europa Unita

Bardolino, l'acqua al centro del Festival Internazionale della Geografia

L'ottava edizione del festival, in programma il 18 e 19 ottobre, ha come titolo "Le vie della sete". Gli incontri, ad ingresso libero, si svolgeranno nella sala convegni dell'Hotel Aqualux

L'ottava edizione del Festival internazionale della Geografia, in programma a Bardolino il 18 e 19 ottobre, è dedicata all'acqua e ha come titolo "Le vie della sete". Gli incontri, ad ingresso libero, inizieranno alle 9 e si svolgeranno nella sala convegni dell'Hotel Aqualux, in Via Europa Unita 24. Sarà anche possibile assistere alle due giornate via streaming collegandosi alla pagina Facebook del Festival internazionale della Geografia.

La prima giornata del Festival della Geografia, giovedì 18 ottobre, si apre con una sezione dedicata a "Le guerre dell'acqua", con due interventi che sono indirizzati a comprendere le ragioni e le modalità di alcuni conflitti che sono scoppiati in Africa. Ma il problema dell'acqua per molti paesi non è solo nella sua mancanza, ma anche nella sua scarsa qualità, dovuta a inquinamento per mano dell'uomo. Gli scarichi industriali, l'uso di fertilizzanti e pesticidi in agricoltura che vanno a contaminare le falde freatiche, l'assenza di depurazione adeguata sono solo alcuni fattori che conducono a un impoverimento della vita nel suo complesso. Sulla base di queste riflessioni si procede con un documentario di Elisabetta Sgarbi, dal titolo "Dove è finito il pesce rosso", per affrontare poi un approfondimento sul tema del riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici.

La seconda giornata del Festival, venerdì 19 ottobre, si stacca dal contesto storico-geografico per entrare nel merito di come l'uomo affronta e risolve i problemi della lotta allo spreco di acqua con l'aiuto della scienza e della tecnologia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bardolino, l'acqua al centro del Festival Internazionale della Geografia

VeronaSera è in caricamento