menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brescia-Verona, Balotta: "No all'Alta Velocità. Si potenzi la linea storica"

Per il presidente dell'Onlit (Osservatorio nazionale liberalizzazioni infrastrutture e trasporti) si potrebbe ancora modificare il progetto senza correre il rischio di pagare penali

Cambiare il progetto della Tav Brescia-Verona senza pagare penali. Un'obiettivo non solo possibile ma anche consigliato da Dario Balotta, presidente dell'Onlit (Osservatorio nazionale liberalizzazioni infrastrutture e trasporti), e contrario all'Alta Velocità.

In un momento particolare, in cui sembra che le forze interne al governo non siano in grado di trovare un accordo sulla Tav, Dario Balotta ha spiegato che la Tav tra Brescia e Verona si potrebbe ancora fermare e a costo zero. "C'è infatti il precedente del vecchio progetto del Cipe che prevedeva la variante di Montichiari, sostituito in corso d'opera con un tracciato meno oneroso e senza nessun tipo di controversia tra committente e commissionario", ha dichiarato Balotta, il quale aggiunge che sarebbero comunque difficili le controversie dato che il committente dei lavori è la Rete ferroviaria italiana (Rfi), controllata dallo Stato, e il commissionario dei lavori è il consorzio Cepav 2 controllato da Saipem, azienda a sua volta controllata dallo Stato. "Insomma lo Stato dovrebbe far causa a se stesso", conclude il presidente dell'Onlit.

E visto che il progetto si può ancora cambiare, Dario Balotta consiglia di utilizzare i fondi della Tav per il potenziamento della linea storica, e cioè quadruplicando la Brescia-Verona. "Farebbe risparmiare 100 milioni di euro e oltre 30 ettari di terreni agricoli, eviterebbe l'attraversamento dei vigneti del Lugana, toccherebbe il Garda e assicurerebbe lo sviluppo del sistema ferroviario per pendolari, merci e Frecce Rosse", dice Balotta. E il quadruplicamento della linea è il minimo sindacale che il presidente del Veneto Luca Zaia chiede per la Brescia-Verona, anche se Zaia non chiede lo stop dell'Alta Velocità, anzi il presidente regionale è a favore della Tav.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento