rotate-mobile
Attualità

Nidi e scuole dell'infanzia di Verona sanificati, in attesa della possibile riapertura

L'azione è stata disposta volontariamente dal Comune in via preventiva, per rendere ancora più sicuri questi spazi dopo la diffusione del Coronavirus dell'ultima settimana

In attesa di conoscere la decisione sulla loro eventuale riapertura del 2 marzo, tra venerdì e sabato tutti i nidi e le scuole dell’infanzia comunali di Verona, oltre 50 immobili, sono sottoposti a pulizia straordinaria per sanificare le aule.

Non si tratta di un obbligo previsto nelle ordinanze regionali emesse nei giorni scorsi dalla Regione per contenere il contagio del Coronavirsu, ma di un’azione volontaria del Comune di Verona, per rendere ancora più sicuri gli spazi dedicati ai piccoli e rassicurare ulteriormente le famiglie.

Chiuse da oltre una settimana per le misure di contenimento del virus, in realtà le scuole comunali sono già pulite, visto che sono state tutte oggetto del servizio di pulizia ordinaria al termine delle ultime lezioni. L’attenzione verso i bambini però è massima, perciò vengono prese tutte le precauzioni necessarie. Palazzo Barbieri ha così disposto che tra il 28 e il 29 febbraio il personale incaricato si recasse nelle scuole assegnate per svolgere l’attività.

A disposizione degli addetti alle pulizie, detersivi disinfettanti ed igienizzanti con cui sono stati passati tutti gli ambienti, dalle aule didattiche a quelle per le nanne, dalle cucine ai saloni, ma anche tavolini, sedie, tappeti e soprammobili.

Nel nido comunale ‘La piuma’ di via Bertoni, venerdì si è recato il sindaco Federico Sboarina, che in questi giorni sta seguendo in prima persone tutti gli sviluppi del Coronavirus per tutelare al meglio la salute pubblica.

«Per non creare allarmismo, ci tengo a ribadire che si tratta di un’azione volontaria del Comune – ha detto il sindaco -, una scelta che va nella direzione di garantire massima sicurezza ai nostri bambini e serenità ai genitori. Se c’è un luogo pulito sono proprio le scuole dei nostri bambini, in particolate dei più piccoli, dove l’attenzione all’igiene e le regole da rispettare in tale senso non lasciano spazio ad alcun dubbio. Ma proprio perché abbiamo a cura il bene dei piccoli, abbiamo deciso di effettuare una pulizia straordinaria, nella speranza che davvero le aule tornino a riempirsi di giochi, canti e lavoretti il prossimo lunedì».
Tocca ora al Governo stabilire se riaprire o meno gli istituti scolastici, con la Lombardia che chiede un'altra settimana di chiusura, mentre Zaia spinge per la loro riapertura. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nidi e scuole dell'infanzia di Verona sanificati, in attesa della possibile riapertura

VeronaSera è in caricamento