rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Art Bonus, 67 Colonne per l'Arena progetto più votato. «Verona ha dimostrato la sua forza»

Il sindaco Federico Sboarina: «Erano anni che non si vedeva il mecenatismo culturale attorno a Fondazione. Le forze economiche cittadine hanno creduto nella sfida»

Con 25.947 like sui canali Facebook e Instagram di Art Bonus, sommati allo straordinario risultato di 12.552 voti sulla piattaforma di Art Bonus dove si è svolta la prima fase del concorso, Fondazione Arena si è aggiudicata la vittoria del concorso Art Bonus 2021 promosso dal Ministero della Cultura con un totale di 38.499 voti ricevuti. Il progetto di fundraising e corporate membership 67 Colonne per l'Arena ha visto in campo grandi artisti amici dell’Arena, insieme ad un coinvolgimento senza precedenti delle istituzioni venete e di influencer e personalità del mondo dello spettacolo.

Il ringraziamento di Fondazione Arena è andato innanzitutto al Ministero della Cultura, ad Ales (società responsabile del programma di gestione e promozione dell'Art Bonus per conto del Ministero) e a Promo PA Fondazione - LuBeC, per un'edizione che ha registrato un’adesione dieci volte superiore agli anni precedenti.
Quest’iniziativa, nata con l’obiettivo di promuovere la conoscenza della legge Art Bonus e dei suoi benefici fiscali, è divenuta un’occasione importante per benefattori e mecenati per contribuire al recupero e alla valorizzazione del patrimonio culturale del nostro Paese.

Il Concorso Art Bonus 2021 ha visto il coinvolgimento di 365 progetti e di questi 158 hanno raggiunto la parte finale del concorso ricevendo un totale di 189.790 voti. In poche settimane i progetti sono riusciti a coinvolgere decine di istituzioni territoriali, testimonial del mondo dello spettacolo, blogger con migliaia di follower, a fianco delle stesse aziende che hanno sostenuto i progetti in qualità di mecenati.
Fondazione Arena si è dunque complimentata con tutti gli altri finalisti che, specialmente nell’ultima fase del progetto, hanno messo in campo numerosissime attività di comunicazione ottenendo sui canali social Facebook e Instagram di Art Bonus 72.238 like complessivi, che sommati ai 189.790 voti pervenuti sulla piattaforma, hanno portato ad un totale di 262.028 voti.

Il progetto 67 Colonne per l’Arena, nato grazie ad un’idea di Andrea Compagnucci e Stefano Trespidi, solo poche settimane fa ha annunciato la nuova edizione forte dei risultati del 2021 e in quest’ultima fase del concorso ha compiuto un nuovo straordinario risultato: mettere in campo risorse e personalità del mondo della cultura, dello sport e di artisti, oltre alla Regione Veneto con i personali contributi del presidente Luca Zaia e dell'assessore al turismo Federico Caner, la Provincia di Verona con il presidente Manuel Scalzotto, il Comune di Verona con l’appello del sindaco Federico Sboarina, uniti dall’amore per l’Arena e sostenuti dal mondo imprenditoriale, dagli ordini professionali e dalle categorie economiche, insieme ai singoli cittadini.
I grandi amici dell’Arena, Plácido Domingo e Roberto Bolle tra i primi, seguiti da Maria José Siri e molti altri, hanno rivolto appelli ai loro fan per contribuire alla raccolta dei voti in attesa di ritrovarli in Arena per il Festival 2022. Ma anche molti personaggi del mondo dello spettacolo mossi dall’amore per l’Arena: Antonella Clerici, protagonista di numerosi gala, la conduttrice Paola Perego, la giornalista e food blogger Francesca Barra, la ballerina e conduttrice televisiva Lorella Boccia, lo scrittore Matteo Bussola e il poeta e cantautore Marco Ongaro, l'influencer veronese Claudio Sona e l’attore Andrea Maggi, l'insegnante di italiano nella serie tv Il Collegio, solo per citarne alcuni.
Ha risposto all’appello anche il mondo dello sport con l’Hellas Verona, l’Associazione Road to Equality e lo sportivo e influencer Ignazio Moser con oltre 1,1 milioni di follower. Ed è stata forte anche la partecipazione dei giovani attraverso il sostegno dei Gafiri (Giovani per l'Arena, il Filarmonico e il Ristori) e di altre associazioni giovanili e del mondo della scuola, di Verona Accademia per l'Opera e di Giovani Amici dei Musei di Verona.

«È una grande soddisfazione ma anche una bella prova che dimostra la forza della nostra città - ha affermato il sindaco Sboarina - Questa è la Verona che ho in mente e a cui abbiamo lavorato, e cioè una comunità determinata e orgogliosa delle proprie eccellenze. Le 67 Colonne per l'Arena sono il progetto Art bonus dell'anno e a decretarne la vittoria sono stati i tanti voti dei veronesi e anche di chi, non veronese, apprezza il nostro lavoro. Verona ha vinto due volte: adesso, con il primo premio del concorso per il progetto più apprezzato fra i dieci finalisti, ma anche quando abbiamo ideato e lanciato il progetto ambizioso per chiamare a raccolta la città attorno al suo festival lirico. Dall'anno scorso, imprenditori e cittadini hanno aderito sostenendo l'Arena attraverso la formula dell'Art Bonus. È una grande dimostrazione concreta di come, unendo le forze, Verona sale sul podio, questa è la maniera migliore per fare seriamente il bene del nostro territorio. Erano anni che non si vedeva il mecenatismo culturale attorno a Fondazione ma, davanti all'innalzamento della qualità e alla serietà di gestione, le forze economiche cittadine hanno creduto nella sfida. Come sindaco, dico sempre che la nostra città senza festival estivo non sarebbe la stessa. Lo sanno bene le famiglie dei dipendenti di Fondazione e le molte attività commerciali che beneficiano delle ricadute milionarie che l'opera riversa con l'indotto. Trentottomila grazie ai veronesi, a coloro che vogliono bene a Verona e all’Arena, e a chi ha lavorato sodo per la riuscita della campagna. Questa vittoria è un orgoglio e un’attestazione di stima per l’impegno messo in campo in questi anni. In poche settimane, la nostra lirica è stata candidata a patrimonio Unesco e, oggi, vince questo importante concorso nazionale. Con il progetto 67 Colonne per l’Arena di Verona siamo riusciti a trasmettere ai cittadini ciò che il nostro monumento rappresenta a livello culturale ed economico».

«È stata una competizione agguerrita, fra tante bellissime realtà che rappresentano il meglio dell’impegno della società civile verso l’enorme patrimonio storico, artistico e culturale italiano: complimenti al Ministero della Cultura, che le ha rese possibili attraverso lo strumento dell'Art Bonus - ha aggiunto Cecilia Gasdia, sovrintendente e direttore artistico della Fondazione Arena di Verona - Proprio per questo, la vittoria è un onore, una grandissima gioia e il giusto coronamento di un percorso unico per la nostra Fondazione, per Verona e tutto il mondo della cultura. L’iniziativa delle 67 Colonne per l’Arena è infatti riuscita nell’impresa di unire davvero la città in un periodo inaspettatamente difficile, di creare per la prima volta una vera e propria rete stretta attorno al proprio simbolo, culla e inesauribile creatrice di bellezza. Un grandissimo grazie dalla Fondazione va proprio a questa rete eterogenea e forte: a tutte le colonne e i sostenitori di questo voto, ai nostri lavoratori, a mecenati, aziende, ordini di categoria, privati cittadini, follower e spettatori. Che questo traguardo sia per noi l’incoraggiamento a proseguire nell’iniziativa, che ha appena avviato la sua seconda edizione, e l’ufficializzazione di una rinascita, per questo Festival, per il prossimo (che sarà il numero 100) e anche oltre».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Art Bonus, 67 Colonne per l'Arena progetto più votato. «Verona ha dimostrato la sua forza»

VeronaSera è in caricamento