Smog, Arpav monitora la qualità dell'aria a Verona e a Cologna Veneta

I mezzi mobili misureranno per circa un mese le concentrazioni di biossido di zolfo, ossidi di azoto, monossido di carbonio, ozono, benzene, particolato atmosferico (PM10), idrocarburi policiclici aromatici

Mezzo mobile di Arpav per la misurazione della qualità dell'aria (Foto di repertorio)

È iniziata il 31 ottobre la seconda fase del monitoraggio della qualità dell'aria nella zona residenziale di Cologna Veneta. Il mezzo mobile di Arpav è stato posizionato in piazza del Capitaniato e rileva le concentrazioni di biossido di zolfo, ossidi di azoto, monossido di carbonio, ozono, benzene, particolato atmosferico (PM10), idrocarburi policiclici aromatici. La campagna avrà una durata di trenta giorni.

Mentre a Verona i monitoraggi in Corso Milano sono iniziati il 26 ottobre e la durata prevista della rilevazione è di venti giorni. I dati raccolti dalla centralina mobile permettono di effettuare un confronto con le concentrazioni di inquinanti misurate presso la centralina fissa per il monitoraggio della qualità dell'aria, posizionata in via Ugo Sesini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento