Quali sono e come tutelare le aree a rischio alluvione a Verona: ecco la mappa online

Il Comune di Verona l'ha messa a disposizione per cittadini e professionisti impegnati in interventi in queste zone: «Di fatto, ci dotiamo di uno strumento non solo attuale ma anche necessario», ha detto l'assessore Segala

Vigili del fuoco al lavoro per prosciugare una cantina allagata a Verona

Per agevolare cittadini e professionisti alle prese con interventi nelle aree a rischio alluvione presenti sul territorio comunale di Verona, è stata messa a disposizione una mappa online.
Un tema dìattualità, visti i recenti nubifragi che si sono abbattuti sull'area scaligera e che riportano l'attenzione sulla prevenzione e sull'applicazione delle misure previste dai Piani per l'assetto Idrogeologico e di gestione del rischio idrogeologico.

Da venerdì online sul sito del Comune, la mappa può essere consultata in modo semplice ed efficace. Si tratta di uno strumento che, per ciascuno scenario, permette di individuare le misure di salvaguardia da applicare in ambito idrogeologico, con un risparmio in termini di tempo e di passaggi burocratici.

Grazie alla nuova carta, l'iter da seguire diventa quindi più immediato e più facile da individuare. Un vantaggio per chi ha lavori da realizzare in aree a rischio alluvione, dalle zone lungo l'Adige a quelle nelle vicinanze di canali e corsi d'acqua privi di argini artificiali.

In pratica, con la mappa si evince da subito il livello di rischio in cui si trova l'area interessata ma anche quali sono gli interventi indicati per la salvaguardia dal rischio alluvioni. Dal semplice ampliamento di uno scantinato all'edificazione ex novo, dal cambio di destinazione d'uso alla nuova lottizzazione: per ogni caso specifico, i vincoli da seguire possono essere individuati attraverso la nuova mappatura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A livello normativo, il Comune si è adeguato agli obblighi previsti nel Piano di gestione del rischio di alluvioni vigente e nei Piani per l'assetto idrogeologico esistenti nel distretto idrografico delle Alpi Orientali - spiega l'assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala -. Di fatto, ci dotiamo di uno strumento non solo attuale ma anche necessario, laddove la prevenzione è fondamentale per evitare fenomeni legati al dissesto idrogeologico. Stiamo ancora contando i danni dei nubifragi che nei giorni scorsi hanno colpito pesantemente la nostra città- aggiunge l'assessore -. Buona parte di essi si sarebbe probabilmente potuta evitare se, in passato, ci fosse stata adeguata attenzione al tema del rischio idrogeologico. È la dimostrazione che la prevenzione è fondamentale, in ogni ambito. E questo strumento va proprio in questa direzione, tanto più che il territorio interessato nell'ambito del comune di Verona non è trascurabile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento