Il sindaco firma l'ordinanza: Villafranca dice "No" alle antenne 5G sul territorio

Il primo cittadino Roberto Dall'Oca ha spiegato che attende «studi e dati aggiornati su questa nuova tecnologia, ancora in fase sperimentale, con l’unico obbiettivo di tutelare la salute dei cittadini»

Roberto Dall'Oca - Foto Facebook

«Viste le numerose segnalazioni e visto che da tempo c’è l’interesse sempre più pressante delle compagnie telefoniche per l'installazione di antenne che consentano lo sviluppo del 5G, ho firmato un'ordinanza con divieto di installazione e attivazione su tutto il territorio comunale di impianti con questa tecnologia e delle sue varianti».

Lo ha annunciato sulla propria pagina Facebook il primo cittadino di Villafranca di Verona, Roberto Dall'Oca.
Eletto nel giugno 2018 con il sostegno del centrodestra (Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Villafranca Domani e la civica Insieme si può - Dall'Oca sindaco), il sindaco ha motivato la sua decisione nel medesimo post. 

«Viste le relazioni, in parte datate e in parte contrastanti, fino all'emanazione di una nuova classificazione annunciata dallo IARC - International Agency Research on Cancer, prendendo in riferimento dati scientifici più aggiornati, e l'emanazione della metodologia per le valutazioni preventive definita da ISPRA/ARPA, ho preferito agire applicando il principio di precauzione sancito dall'Unione Europea.
Le richieste prevenute agli uffici tecnici sono attualmente sei, su antenne già esistenti, sia pubbliche che private ma so che stanno contattando privati per proposte di installazione anche in barba alle destinazioni urbanistiche dell’area. Il divieto si intende su tutto il territorio comunale indipendentemente dalla destinazione dell'area.
Questo provvedimento non vuole essere una chiusura allo sviluppo tecnologico e innovativo ma un periodo cautelativo in attesa di studi e dati aggiornati su questa nuova tecnologia, ancora in fase sperimentale, con l’unico obbiettivo di tutelare la salute dei cittadini».

Molti hanno commentato il post che annunciava la decisione di Dall'Oca, sia favorevoli che contrari. Gli effetti delle antenne 5G sono al centro della discussione ormai da tempo e purtroppo anche al centro di alcune bufale, che ad esempio le ritengono la causa della diffusione del coronavirus: attualmente infatti non risultano esserci studi che confermino i danni che tali antenne causerebbero alla salute, con li esperti che continuano a confrontarsi su questo tema. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento