Tav Brescia-Verona, l'analisi costi-benefici conferma: l'opera va fatta

Interromperla costerebbe di più che portarla a termine. Ora i 5 Stelle puntano a migliorarla, ma Partito Democratico, Zaia e Sboarina criticano: «È stato perso troppo tempo»

(Foto di repertorio)

È stata pubblicata oggi, 3 luglio, sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (Mit) l'analisi costi-benefici sull'Alta Velocità Brescia-Verona-Padova. Un'analisi che tutti aspettavano perché avrebbe potuto bloccare i cantieri della Tav lombardo-veneta, ma l'ipotesi di uno stop all'opera sarebbe più costoso rispetto all'ipotesi di un suo completamento. Quindi, la Tav si farà. Magari con qualche modifica che ne migliori «sostenibilità ed efficienza», come comunicato dallo stesso Mit, ma comunque si farà. 

La comunicazione da Roma ha raggiunto subito il Veneto, dove il presidente della Regione Luca Zaia non è voluto entrare nei dettagli tecnici, ma è rimasto sul fatto centrale dell'analisi costi-benefici e cioè il via libera all'opera. «Le opere sono appaltate, il consenso territoriale è totale, tornare indietro non si può e non si deve - ha commentato Zaia - Quindi pancia a terra e lavorare per portare a compimento un'opera che andava fatta da decenni. Non possiamo continuare a togliere competitività a un territorio che già soffre per vincoli, burocrazia, lacci e lacciuoli. Adesso, silenzio e lavorare».

Per il presidente Zaia, anche l'analisi costi-benefici è stata una perdita di tempo, anche se il Mit ha sottolineato che questa analisi non ha rallentato l'iter di realizzazione della Tav Brescia-Verona. Concorde con Zaia, però, anche il sindaco di Verona Federico Sboarina, che ha dichiarato: «Per la nostra città, questa lunga attesa dell'analisi costi-benefici ha portato a mesi e mesi di ritardo nei cantieri, visto che il contratto, per la tratta Verona-Brescia, era già stato firmato a giugno dell'anno scorso. Adesso, non possiamo più permetterci di perdere nemmeno un minuto. La Tav va completata e va recuperato il tempo perso anche sulla tratta Verona-Vicenza per la quale, invece, il contratto non è ancora stato sottoscritto. Io non ho mai avuto dubbi sul fatto che la Tav sia un'opera in grado di portare grandi benefici ai nostri territori. Se vogliamo che Verona e il Veneto continuino ad essere un sistema competitivo, connesso con i mercati e con le opportunità internazionali, allora quest'opera va assolutamente realizzata».

Chi, invece, non ha mai nascosto la propria contrarietà alla Tav è il Movimento 5 Stelle, con la deputata veronese Francesca Businarolo che ha dovuto ammettere: «È un’opera che abbiamo sempre contestato ma la cui sospensione costerebbe troppo a tutta la comunità». Ma a questo punto si è già aperta per la Businarolo la partita dei cambiamenti che dovrebbero migliorare l'opera. «È importante il rispetto delle "prescrizioni" ambientali, cioè gli adeguamenti chiesti sulla base delle segnalazioni dei territori che impongono numerose modifiche al progetto relative ad ambiente, viabilità ed economia del territorio», ha aggiunto la parlamentare 5 Stelle.

Contento per l'esito dell'analisi costi-benefici, infine, il Partito Democratico, che però critica i 5 Stelle. «L'analisi costi benefici si è trasformata solo in una perdita di tempo. Ora si vada avanti», ha dichiarato la deputata veronese Alessia Rotta. «Anche Toninelli ha capito che non ha alcun senso bloccare l'opera, ma dobbiamo lavorare tutti insieme per migliorarla», ha aggiunto il deputato Diego Zardini. E la consigliera regionale Orietta Salemi conclude: «Il ministro dice che l'opera non è stata rallentata, ma la realtà è che di tempo se ne è perso tanto e che si è creato un clima di incertezza dannoso per tutti, e soprattutto per il sistema economico e sociale dell'area più produttiva di Italia. E quello che è ancora più grave lo si è fatto deliberatamente visto che l'analisi costi-benefici era già pronta a marzo, ma per divulgarla si è scelto di aspettare mesi in modo da far passare le elezioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento