Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità Centro storico / Via Adigetto

Il maltempo non risparmia l'Anagrafe di Verona: allagato l'archivio di edilizia privata

La pioggia dei violenti nubifragi di sabato sera e lunedì pomeriggio è entrata dallo scivolo dell'ingresso carrabile di via Adigetto, penetrando nel sotterraneo degli uffici dove si trovano gli scaffali con tutti gli archivi

L'esterno dell'Anagrafe di Verona - Immagine di repertorio

Si allunga la conta dei danni causati dal maltempo dei giorni scorsi. Tra gli allagamenti avvenuti per le forti pioggie, anche una parte dei depositi comunali di Verona in via Adigetto, che conserva una parten dell'archivio del settore Edilizia privata.

La pioggia dei violenti nubifragi di sabato sera e lunedì pomeriggio, che in pochi minuti hanno visto cadere una quantità d'acqua pari al doppio della media mensile, è entrata dallo scivolo dell'ingresso carrabile di via Adigetto, penetrando nel sotterraneo degli uffici dell'Anagrafe dove si trovano gli scaffali con tutti gli archivi. Grazie all'intervento delle squadre della Protezione civile, sono rimasti danneggiati solo i faldoni che erano posizionati nella parte più bassa degli scaffali.

A darne notizia mercoledì il sindaco Federico Sboarina e l'assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala nel punto stampa per gli aggiornamenti sul maltempo e l'allerta che la Protezione civile conferma su tutto il territorio regionale.

«Sono giorni di grande lavoro per le squadre di Acque Veronesi, Amia, Protezione civile e Vigili del fuoco – speiga il sindaco -, che stanno intervenendo nelle zone della città colpite dai recenti nubifragi. Proseguono puntuali anche le verifiche su Porta Borsari, per capire come intervenire in modo efficace prima dell'autunno, quando inizieranno i lavori per la realizzazione del nuovo sfioratore che andrà ad alleggerire il sistema fognario della zona. A Veronetta l'ampio e complesso intervento di messa in sicurezza idraulica dell’area non è ancora ultimato da Acque Veronesi e perciò non è possibile verificarne la piena efficienza, cosa che invece è stata dimostrata a Santo Stefano. Alla società ho chiesto le valutazioni da acquisire dalla ditta che ha effettuato i lavori in via Ponte Pignolo, inoltre Acque Veronesi sta valutando se servono interventi aggiuntivi rispetto a quelli previsti. Purtroppo, temo che dovremo abituarci a fenomeni meteorologici straordinari come quelli visti negli ultimi anni, per questo sono importanti gli ingenti lavori sulla rete fognaria cittadina che è obsoleta e che non ha mai avuto interventi così grossi».

Nel dettaglio dei danni in via Adigetto, l'assessore Segala. «I documenti danneggiati riguardavano pratiche sulle strutture in cemento armato e sull'applicazione della legge sul risparmio energetico – spiega l'assessore -. La Protezione civile ha svuotato l'archivio dall'acqua, ora potremo verificare nel dettaglio se è andato perduto del materiale. Per fortuna è stato intaccato solo quello che si trovava nella parte più bassa degli scaffali».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maltempo non risparmia l'Anagrafe di Verona: allagato l'archivio di edilizia privata

VeronaSera è in caricamento