Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità Zai / Via Bartolomeo Avesani

Ritiro del verde domestico, Amia dà tempo fino al 15 giugno per mettersi in regola

Tra due settimane non verranno più raccolti gli sfalci nei bidoni privi di adesivo 2021 ed i sacchi per la raccolta del verde domestico. Per ottenere bidone e adesivo, è necessario registrarsi sul sito di Amia

Dal 15 giugno non verranno più raccolti dagli operatori di Amia gli sfalci nei bidoni privi di adesivo 2021 ed i sacchi per la raccolta del verde domestico. È stata dunque prorogata la scadenza per accedere al servizio gratuito del ritiro dello sfalcio domestico, dato che le novità sarebbero dovute scattare da oggi, 1 giugno. Attraverso il sito di Amia, nella sezione "servizio sfalcio", i cittadini possono ancora registrarsi per ottenere e ritirare il bollino. La società calcola che circa un migliaio di utenze non hanno ancora provveduto ad effettuare la registrazione ed il ritiro del bollino, procedure necessarie ed indispensabili per avere diritto al servizio che riguarda sia i cittadini già in possesso del bidone, ma ancora privi del bollino identificativo, sia quelli che ne sono sprovvisti e che, grazie alla registrazione sul sito aziendale, avranno la possibilità di ritirare bidone e bollino all'isola ecologica di Via Avesani.

A luglio dell'anno scorso, Amia aveva introdotto una servizio informatizzato ed un nuovo calendario per la raccolta e il ritiro del verde e degli sfalci domestici in tutta la città di Verona. Ad oggi le utenze registrate sono state oltre 5.000 e circa 3.000 i bidoni consegnati.
«Un'attività che ha visto e vede quotidianamente all'opera decine di nostri addetti ed operatori sia nella consegna dei bollini e dei contenitori, sia nella gestione della raccolta del verde, come da calendario programmato e consultabile sul sito della società - hanno sottolineato Bruno Tacchella ed Alberto Padovani, rispettivamente presidente e vicepresidente di Amia - In soli 6 mesi del 2020 sono state raccolte circa 1.000 tonnellate tra verde e ramaglie domestiche. Abbiamo deciso quindi di dare una proroga ai cittadini ritardatari. I nostri operatori ci hanno inoltre segnalato la presenza di alcuni adesivi non conformi, "fai da te", applicati sui bidoni da qualche furbetto. Ma gli unici bollini identificativi validi sono quelli ufficiali di Amia consegnati nelle nostre strutture».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritiro del verde domestico, Amia dà tempo fino al 15 giugno per mettersi in regola

VeronaSera è in caricamento