Inquinamento atmosferico, scattata anche a Verona l'allerta di livello 1

La stabilità delle condizioni meteorologiche ha determinando il ristagno degli inquinanti. Ieri, la concentrazione di particolato nell'aria ha toccato i 92 µg/m3 a Legnago e i 87 µg/m3 a Verona (Borgo Milano)

Foto di repertorio

Da circa una settimana le condizioni meteo hanno generato una situazione di stabilità atmosferica in Veneto, con venti deboli e senza precipitazioni, determinando il ristagno degli inquinanti negli strati bassi dell'atmosfera. Per questo motivo già da giovedì scorso, 14 febbraio, in tutta la regione è in atto un episodio di accumulo del particolato atmosferico, che nella giornata di ieri, 17 febbraio, ha fatto registrare quattro giorni di superamento consecutivi del valore limite giornaliero in tutti i capoluoghi di provincia (ad eccezione di Belluno), facendo di conseguenza scattare il livello di allerta 1 delle polveri.

Le concentrazioni di PM10 sono in crescita in tutta la regione e molte centraline ieri hanno fatto registrare livelli elevati di particolato. I dati forniti dall'Arpav mostrano un presenza di polveri sottili pari a 92 µg/m3 a Legnago e 87 µg/m3 a Verona (Borgo Milano), quando il valore limite imposto dalla legge è di 50 nanogrammi per metro cubo di aria.

Le indicazioni sempre dell'Arpav indicano che nei prossimi giorni persisteranno le condizioni di alta pressione, solo in parte intaccate da una debole e veloce saccatura, tra mercoledì 20 e giovedì 21, che determinerà un temporaneo aumento della nuvolosità e una probabile attenuazione dell'inversione termica.
Complessivamente nei prossimi giorni, non sono previsti fattori tali da garantire una buona dispersione e l'abbattimento delle polveri sottili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il prossimo bollettino dell'Arpav sarà emesso giovedì 21 febbraio e fino ad allora resterà in vigore l'allerta 1 sull'inquinamento atmosferico. Se si dovessero registrare dieci giorni consecutivi con valori di PM10 oltre il limite scatterà l'allerta di livello 2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

Torna su
VeronaSera è in caricamento