Inquinamento atmosferico, scattata anche a Verona l'allerta di livello 1

La stabilità delle condizioni meteorologiche ha determinando il ristagno degli inquinanti. Ieri, la concentrazione di particolato nell'aria ha toccato i 92 µg/m3 a Legnago e i 87 µg/m3 a Verona (Borgo Milano)

Foto di repertorio

Da circa una settimana le condizioni meteo hanno generato una situazione di stabilità atmosferica in Veneto, con venti deboli e senza precipitazioni, determinando il ristagno degli inquinanti negli strati bassi dell'atmosfera. Per questo motivo già da giovedì scorso, 14 febbraio, in tutta la regione è in atto un episodio di accumulo del particolato atmosferico, che nella giornata di ieri, 17 febbraio, ha fatto registrare quattro giorni di superamento consecutivi del valore limite giornaliero in tutti i capoluoghi di provincia (ad eccezione di Belluno), facendo di conseguenza scattare il livello di allerta 1 delle polveri.

Le concentrazioni di PM10 sono in crescita in tutta la regione e molte centraline ieri hanno fatto registrare livelli elevati di particolato. I dati forniti dall'Arpav mostrano un presenza di polveri sottili pari a 92 µg/m3 a Legnago e 87 µg/m3 a Verona (Borgo Milano), quando il valore limite imposto dalla legge è di 50 nanogrammi per metro cubo di aria.

Le indicazioni sempre dell'Arpav indicano che nei prossimi giorni persisteranno le condizioni di alta pressione, solo in parte intaccate da una debole e veloce saccatura, tra mercoledì 20 e giovedì 21, che determinerà un temporaneo aumento della nuvolosità e una probabile attenuazione dell'inversione termica.
Complessivamente nei prossimi giorni, non sono previsti fattori tali da garantire una buona dispersione e l'abbattimento delle polveri sottili.

Il prossimo bollettino dell'Arpav sarà emesso giovedì 21 febbraio e fino ad allora resterà in vigore l'allerta 1 sull'inquinamento atmosferico. Se si dovessero registrare dieci giorni consecutivi con valori di PM10 oltre il limite scatterà l'allerta di livello 2.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

  • Tatuaggi intelligenti: una nuova tecnologia per monitorare la salute

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento