menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Claudio Baglioni (Foto di repertorio)

Claudio Baglioni (Foto di repertorio)

La pioggia non ha spento le emozioni dei 50 anni di musica di Baglioni

Lo spettacolo al centro dell'Arena è partito da "Questo piccolo grande amore" ed è stato interrotto con una canzone d'anticipo a causa di un'acquazzone

Da "Questo piccolo grande amore" alla pioggia che purtroppo ha interrotto lo spettacolo con una canzone di anticipo, ma non ha privato il pubblico delle grandi emozioni che solo la musica di Claudio Baglioni riesce a dare.

Ieri, 14 settembre, è partito dall'Arena di Verona il tour del cantautore romano "Al Centro" e, come annunciato da tempo, lo show è stato proprio al centro dell'Arena con il pubblico attorno. Circa 17mila spettatori non hanno assistito ad un semplice concerto, ma ad una festa in cui diverse discipline artistiche si sono mescolate in un'unica fiamma, che neanche la pioggia è riuscita a spegnere.

Con questo tour, Baglioni celebra i suoi 50 anni di carriera e a Verona lo ha fatto in maniera cronologica, cantando una selezione dei suoi brani, partendo da quelli più giovanili ("Porta Portese", "Con tutto l'amore che posso", "Io me ne andrei", ecc...) arrivando fino a quelli contenuti nei suoi ultimi album e passando per dei classici della musica italiana come "E tu" oppure "Strada facendo".

La musica e le parole sono state al centro, su un palco di 450 metri quadrati che si trasformava in continuazione e su cui si alternavano performer e ballerini, come in un musical. E lui, Claudio Baglioni, a fare da perno.

Stasera, la seconda delle tre serate areniane di "Al Centro", l'unica che sarà trasmessa in televisione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento