menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volontari anche veronesi in aiuto delle famiglie croate colpite dal terremoto

I volontari di Scientology e Procivicos di Padova, Pordenone, Torino, Milano e Verona hanno concluso la quarta spedizione umanitaria nelle cittadine di Gvodz e Glina

I volontari di Scientology e Procivicos di Padova, Pordenone, Torino, Milano e Verona hanno concluso la quarta spedizione umanitaria nelle cittadine di Gvodz e Glina, in Croazia. In quattro giorni, hanno consegnato beni di prima necessità a 32 famiglie residenti nella zona collinare e boschiva della regione di Sisak-Moslavina, colpita dal terremoto che ha devastato le abitazioni di migliaia di persone il 29 dicembre scorso.

Con il loro furgone giallo e con un camion di protezione civile della comunità torinese, in coordinazione con l’associazione Suncokret (una ong per lo sviluppo comunitario) e le autorità di Gvozd e Glina, hanno consegnato alle famiglie residenti nei container nelle zone rurali più difficili da servire, i beni di cui ancora necessitavano. Hanno anche dato supporto all'associazione locale per la consegna di borse alimentari.
L'attività ha l'obiettivo di creare una situazione più vivibile per le famiglie, mentre iniziano i lavori di demolizione e ricostruzione delle abitazioni della zona.

Gvozd si trova in un’area molto depressa della Croazia. Fu praticamente rasa al suolo durante la guerra degli anni '90 e il tutto è complicato dalla situazione di profonda povertà in cui versano molte famiglie e dal tasso di disoccupazione altissimo. In totale son stati consegnati 5 frigoriferi, 3 fornelli, 5 lavatrici, 2 microonde, piccoli elettrodomestici, 150 chili di pasta, 4 scatole di cibo a lunga conservazione, 34 scatoloni di abbigliamento nuovo, suddiviso per taglie e tipologia, 3 letti con la biancheria e materiale adatto alle ricostruzioni edili, di cui 3 martelli demolitori e 20 lampade al neon, come richiesti da alcuni rappresentanti della comunità di Donja Bacuga che hanno fatto rete per riparare le strutture meno danneggiate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento