Più capiente e tecnologico, nuovo serbatoio di acqua potabile a Caprino

A realizzarlo è stata Azienda Gardesana Servizi con l'obiettivo di migliorare il servizio di acquedotto nella parte Nord del territorio comunale

Il nuovo serbatoio di Caprino

Nuovo serbatoio per l’acqua potabile a Caprino Veronese. A realizzarlo è stata Azienda Gardesana Servizi (Ags) con l'obiettivo di migliorare il servizio di acquedotto nella parte Nord del territorio comunale. Il nuovo manufatto, che sostituisce il precedente, è stato costruito nelle vicinanze di contrada Braga e della sorgente Bergola, che è la principale fonte idrica utilizzata dalla rete di acquedotto di Caprino.

«Con i nostri tecnici - ha spiegato Angelo Cresco presidente di Ags - abbiamo optato per abbattere il serbatoio già esistente e di costruirne uno nuovo, più capiente e fornito di dotazioni tecnologiche avanzate. Grazie a questo investimento, pari a 180mila euro, eliminiamo eventuali perdite di acqua potabile, garantiamo continuità di servizio e abbiamo la possibilità di un controllo in tempo reale della rete di acquedotto della zona».

Angelo Cresco-4
(Angelo Cresco)

Il nuovo serbatoio è dotato di due vasche in calcestruzzo armato con soletta portante, per una capacità di 48 metri cubi di acqua potabile. Inoltre ha la funzione di ripartitore delle portate sulle tre linee acquedottistiche di Caprino.
«L'impianto – ha dichiarato Carlo Alberto Voi, direttore generale Ags - è stato realizzato prevedendo un maggiore volume di accumulo rispetto al precedente e dotato di sistemi di telecontrollo e misurazione delle portate di acqua potabile distribuita. Particolare attenzione è stata posta all'inserimento paesaggistico del nuovo manufatto che è stato esternamente rivestito in pietra faccia a vista a taglio irregolare, in modo da armonizzarsi con le costruzioni tipiche e i muretti presenti nel contesto pedemontano baldense della zona».

Il vecchio serbatoio è stato abbattuto e l'area circostante è stata ripristinata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento