menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Franco Munari, Angelo Cresco, Luca Dal Prete e Carlo Alberto Voi

Da sinistra Franco Munari, Angelo Cresco, Luca Dal Prete e Carlo Alberto Voi

Recupero crediti, parcheggi, porti e illuminazione: AGS vuole crescere

L'Azienda Gardesana Servizi ha avviato l'iter per ampliare i propri servizi ai Comuni soci e diventare così una multiutility: "Vogliamo migliorare e alzare il livello delle prestazioni che eroghiamo come azienda"

Azienda Gardesana Servizi ha avviato l’iter per ampliare i servizi dedicati ai propri Comuni soci, oltre la gestione del Servizio Idrico Integrato. In particolare, nel corso dell’ultima Assemblea, i soci hanno dato mandato ad AGS di verificare quali siano le prerogative, i presupposti e i passaggi da rispettare per consentire all’azienda di diventare una società multiservizi. L’intero percorso sarà condiviso con Ato Veronese che, in qualità di Autorità di bacino competente, seguirà l’evoluzione intrapresa da AGS. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato Angelo Cresco presidente di AGS, Carlo Alberto Voi direttore di AGS, Franco Munari e Luca Dal Prete del Cda AGS.

“Abbiamo pensato a questa evoluzione di AGS – spiega il presidente AGS Angelo Cresco – perché vogliamo migliorare e alzare il livello delle prestazioni che eroghiamo come azienda e per andare incontro alle necessità dei Comuni nostri soci. Spesso infatti le amministrazioni, anche per colpa dei tagli di bilancio, si trovano nell’impossibilità di erogare servizi adeguati ai propri cittadini. Il core business di Azienda Gardesana Servizi continuerà ad essere la gestione del Ciclo integrato dell’acqua, ma questo ampliamento d’offerta vuole essere una presa in carico nei confronti della comunità del lago di Garda per favorire gli interessi della collettività”.

Da principio, i possibili ambiti di intervento che Azienda Gardesana Servizi potrebbe assumere riguardano le attività di riscossione e recupero crediti e quella di Centrale unica di committenza in modo da garantire ai propri soci acquisti e servizi più convenienti, ma progressivamente i servizi possono essere ampliati alla gestione dei porti e delle boe, compiti tradizionalmente problematici per le amministrazioni, alla gestione dell’illuminazione pubblica con efficientamento della rete, della sosta e dei parcheggi. In particolare con Sisam Spa, la società di servizi operativa nell’Alto mantovano, si sta apprestando un sistema per lo sviluppo condiviso del servizio di riscossione tributi a favore dei Comuni soci, oltre a quello delle bollette. Con la bresciana Gardauno Spa, invece, si sta sviluppando un progetto condiviso dedicato al telecontrollo.

“Da un punto di vista tecnico e progettuale – sottolinea Carlo Alberto Voi, direttore generale di AGS – possiamo affiancare le amministrazioni nella progettazione, nelle attività esecutiva e realizzativa di impianti tecnologici e digitali, ma anche nella riqualificazione e dell’efficientamento energetico degli impianti esistenti. Siamo in grado di mettere a disposizione dei Comuni e di sviluppare l’estensione della banda attraverso la fibra ottica in modo da favorire i servizi di videosorveglianza, il monitoraggio e il governo da remoto di reti e impianti. Potremo utilizzare le nostre competenze anche per lo sviluppo di infrastrutture territoriali”.

L’insieme di questi servizi che Azienda Gardesana Servizi vuole mettere a disposizione dei propri soci sarà attivato nel corso dei prossimi mesi, nel rispetto delle tempistiche e delle normative necessarie per diventare, in un futuro non lontano, una vera e propria multiutility gardesana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ordine dei medici di Verona: «La pandemia non deve essere minimizzata»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento