Attualità Strada Statale 62

Catullo, i passeggeri crescono ancora. Più di 3 milioni e mezzo nel 2019

L'aumento percentuale rispetto all'anno precedente è stato del 5,2%, superiore alla crescita media del Polo Aeroportuale del Nord Est che è stata del 2,8%

Aeroporto Catullo (Foto di repertorio)

Sono stati diffusi i dati sul traffico aeroportuale fatto registrare in Italia nel 2019. Le cifre sul Polo Aeroportuale del Nord Est, di cui fa parte il Catullo di Verona, parlano di quasi 18 milioni e mezzo di passeggeri (+2,8% rispetto al 2018).

L'aeroporto di Verona ha totalizzato 3.638.088 passeggeri, in crescita del 5,2% rispetto all’anno precedente. Il risultato si inserisce nella crescita costante che negli ultimi anni caratterizza lo scalo ed è stato raggiunto grazie alla combinazione tra il consolidamento dei voli già esistenti e l'ampliamento del network a disposizione dell'utenza aeroportuale per oltre 30 Paesi.
Nell'anno scorso sono stati oltre 50 i vettori operativi sullo scalo veronese, per oltre 90 destinazioni domestiche e internazionali, con tassi di riempimento degli aeromobili sempre crescenti. Molteplici sono stati i nuovi collegamenti inaugurati: le nuove rotte stagionali estive su Amsterdam (easyJet), Birmingham (Jet2.com), Madrid (Iberia, operata nel mese di agosto), Zante e Malta (Volotea) e le nuove rotte annuali su Chisinau (Wizzair), Edimburgo e Manchester (easyJet).
I punti di forza dello scalo sono rappresentati dall’attività di Volotea, basata con cinque aeromobili, e Neos, basata con tre aeromobili, che con i suoi collegamenti di lungo raggio riconferma il ruolo del Catullo quale aeroporto di riferimento per il traffico turistico outgoing.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catullo, i passeggeri crescono ancora. Più di 3 milioni e mezzo nel 2019

VeronaSera è in caricamento