Educazione stradale: A22, Comune di Verona e Polizia in Gran Guardia

Il sindaco Sboarina agli studenti: «La maggior parte degli incidenti sono causati dalla distrazione. Basta un attimo per stravolgere delle vite intere»

A scuola di educazione stradale, per avere conducenti attenti sulle strade di domani. Si è svolta questa mattina, 13 marzo, in Gran Guardia, la quinta edizione dell'iniziativa «L'Abc - L'Autostrada del Brennero in Città», promossa dalla società Autostrada del Brennero in collaborazione con la Polizia di Stato e l’assessorato alle politiche giovanili del Comune.
Ad ascoltare la lezione sull'educazione stradale, un centinaio di ragazzi delle classi quarte e quinte del Liceo Buonarroti e del Centro di formazione professionale Canossiane.

Ad aprire la mattinata, il sindaco di Verona Federico Sboarina, che ai ragazzi ha raccontato «cosa si prova a perdere un amico a causa di un incidente stradale, un dolore che non si rimargina, tanto più se si pensa che poteva essere evitato. La maggior parte degli incidenti sono causati dalla distrazione - ha detto il sindaco - si guida guardando il cellulare, si pensa che sia normale ma in realtà basta un attimo per stravolgere delle vite intere. Ragazzi, bisogna anche saper dire dei no, non accodarsi sempre a quello che fanno gli amici, se è per il proprio bene. Non guido stasera, perché ho bevuto. Ecco un no responsabile, che non solo ci salverà la vita ma ci farà anche guadagnare il rispetto degli altri».

abc_sboarina_sicurezza_stradale-2

La mattinata è proseguita con la proiezione del film «Young Europe», lungometraggio prodotto dalla Polizia di Stato e co-finanziato dalla Commissione Europea, a cui è seguita un'originale lezione di educazione stradale.
L'intervento, studiato appositamente per stimolare la partecipazione attiva del giovane pubblico in sala e per promuovere i comportamenti corretti da adottare in autostrada in caso di necessità, è stato supportato da immagini e video tratti dalle telecamere poste lungo le autostrade italiane, oltre che da materiale appositamente realizzato per il progetto.

L'iniziativa, avviata nel 2014, ha coinvolto fino ad oggi più di settemila studenti delle scuole secondarie di secondo grado dei Comuni appartenenti ai territori attraversati dall’A22.
Presenti in Gran Guardia anche il vice presidente dell' Autobrennero Fausto Sacchetto, l'ispettore Andrea Scamperle della Polizia Stradale e il commissario Giovanna Caturano in rappresentanza della Questura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento