Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

‘Verona fortificata’, parte la fase due: via alla raccolta di proposte e idee

Fino al 30 settembre è possibile presentare i propri suggerimento sull'utilizzo dei forti veronesi, che verranno poi valutati dall'Amministrazione in vista di specifici bandi e della stesura della variante 29

Un momento della visita a Forte Procolo

‘Verona fortificata’, parte la fase 2. Ovvero, la raccolta di proposte e idee per capire cosa i cittadini vorrebbero si realizzasse nei siti fortificati e cosa si aspettano.

Il questionario è disponibile nella sezione ‘Proposta progettuale’ del sito. Possono partecipare tutti, cittadini, associazioni, professionisti, con contributi di soluzioni sostenibili per il riuso.
Le proposte possono essere inviate fino al 30 settembre, dopodichè saranno valutate dall’Amministrazione in vista di specifici bandi e della stesura della variante 29, che trova nella riqualificazione della cinta muraria uno dei suoi punti forti.

Ad oggi sono 154 i questionari già compilati, un numero destinato a crescere, visto il forte interesse dimostrato dai cittadini nei confronti dei siti fortificati di cui è ricco il territorio comunale.
Le visite organizzate dal Comune ai forti cittadini stanno registrando un successo che va oltre le aspettative, tanto che per Forte Procolo sono arrivate così tante richieste fa dar replicare l’iniziativa in una seconda data.

Le sette visite ai forti organizzate fino ad oggi, hanno coinvolto 760 persone ed hanno permesso alla cittadinanza di conoscere 6 forti dei 10 in programma.

Il più gettonato è stato sicuramente Forte Procolo, la fortificazione nel quartiere Navigatori, l’illustre sconosciuto con il quale ha preso avvio la campagna dell’Amministrazione per avvicinare la comunità al sistema di forti di cui è ricca, un patrimonio storico-culturale unico nel suo genere.

Più di 250 le persone che lo hanno visitato nelle due giornate dedicate. Tutte esaurite anche le iniziative organizzate al Forte del Chievo, Forte Sofia, San Mattia, Forte Gisella, Forte Lugagnano.

Domenica 19 maggio, ad aprirsi a curiosi e appassionati, sarà Forte John a Montorio che, nonostante le previsioni meteo non promettenti, ha già un buon numero di biglietti prenotati.

«Fa davvero piacere constatare che si è risvegliato l’interesse dei cittadini per le fortificazioni veronesi – ha detto l’assessore alla Pianificazione urbanistica -, lo dimostra il successo delle visite effettuate fino ad ora, seguitissime anche sotto la pioggia. Una soddisfazione, che ci sprona a proseguir nel percorso intrapreso. Crediamo fermamente che questo straordinario patrimonio vada finalmente riqualificato, per essere fruito da cittadini e associazioni. In questa fase, propedeutica per la definizione di possibili soluzioni di riuso, ogni contributo diventa importante. Ci aspettiamo numeri importanti anche sul fronte questionari».

«C’è davvero un grande interesse dei cittadini verso i forti, ma anche le mura e tutto il compendio demaniale – ha aggiunto l’assessore al Patrimonio e Demanio -. I contatti con il Demanio sono costanti, stiamo lavorando per il conferimento al Comune degli ultimi due forti ancora in capo al Demanio, Forte Procolo e Castel San Felice. Intanto proseguiamo con il trasferimento della prima porzione della cinta magistrale, da Ponte Catena a viale Colombo, il cui passaggio ufficiale sarà siglato nelle prossime settimane».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Verona fortificata’, parte la fase due: via alla raccolta di proposte e idee

VeronaSera è in caricamento