Le cornamuse suoneranno in Gran Guardia per il Verona Scottish Christmas

Il concerto si svolgerà nell'auditorium alle ore 21 di sabato 7 dicembre. L'ingresso è gratuito ma regolamentato: occorrerà infatti recarsi al Box Office di via Pallone per ritirare il biglietto

Immagine di repertorio

Un evento molto apprezzato dai cittadini, che negli ultimi anni hanno partecipato sempre più numerosi, con richieste superiori ai posti disponibili. È l’evento ‘Verona Scottish Christmas’, concerto gratuito che si svolge nell’auditorium della Gran Guardia sabato 7 dicembre alle 21.

Per favorire la più ampia partecipazione ed evitare che ci siano cittadini che rimangono fuori dallo spettacolo a pochi minuti dall’inizio, quest’anno il Comune ha previsto l’ingresso con biglietto di invito.
Si tratta di un biglietto gratuito che i cittadini interessati devono ritirare al Box Office di via Pallone, 16. Gli inviti, la massimo due per persona, sono disponibili dal 26 novembre, negli orari 9.30-12.30 e 15.30-19.30.
Nella serata del concerto, ai possessori dell’invito si chiede di entrare all’auditorium entro le 20.40, dopodichè i posti ancora liberi saranno assegnati ai cittadini che ne faranno richiesta.

L’evento, organizzato dall’associazione culturale Verona Swing in collaborazione con l’assessorato al Decentramento, apre il periodo natalizio con la magica atmosfera delle cornamusa. Anche quest’anno le marce e gli inni della Orobian Pipe Band, gruppo di cornamuse e percussioni scozzesi, saranno arricchite dalle coreografie delle ballerine dell’Accademia di Danze Scozzesi Scotia Shores. Il trio dell’Ensemble Sangineto saprà stupire il pubblico con sonorità inconsuete e originali. La scenografia sarà curata dall’art designer Sara Ferrari, che improvviserà creazioni artistiche a tema scozzese.

Il concerto è stato presentato giovedì dall’assessore al Decentramento Marco Padovani. Presente il presidente dell’associazione Verona Swing Marco Sorio.

«Un evento davvero molto apprezzato dalla cittadinanza – ha detto Padovani -, tanto che nelle passate edizioni erano molto di più le richieste dei posti disponibili. Ecco perché quest’anno abbiamo deciso di regolamentare l’ingresso, che potrà avvenire solo in presenza di un invito. L’evento resta assolutamente gratuito e aperto a tutti, ma il biglietto serve per far sì che non restino posti vuoti in sala».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento