Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pfas, l'obiettivo del presidente Zaia: "Aprire i rubinetti e avere acqua pulita"

Il presidente del Veneto parla dei filtri che dovrebbero bloccare gli inquinanti presenti nell'acqua distribuita in regione

 

"Aprire i rubinetti e avere acqua pulita". È questo l'obiettivo che il presidente del Veneto Luca Zaia vuole raggiungere dotando di filtri tutta la regione. Non solo dunque i territori dove è stata conclamata la contaminazione di Pfas.

Acqua pulita innanzi tutto. Questo il motto di Zaia, che prima vuole garantire a tutti i veneti acqua pulita, per poi andare a scovare le fonte di eventuale inquinamento. Un inquinamento che riguarda anche il territorio veronese, dove il deputato del Movimento 5 Stelle Mattia Fantinati chiede attenzione per la zona di Torretta, una frazione di Legnago, che potrebbe diventare una "bomba ecologica", a detta del deputato veronese.

La procura di Verona non ha dato seguito alla richiesta di far chiudere l'impianto per lo stoccaggio dei rifiuti - ha detto Fantinati - Eppure le falde acquifere sono seriamente compromesse in una zona già inserita in quella rossa in cui imperversa da anni l'inquinamento da Pfas. Con la salute dei cittadini non si scherza e sarà mia cura proseguire questa battaglia con ogni mio mezzo messo a disposizione.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento