Grezzana è più sicura: 12 defibrillatori regalati al comune scaligero dalla società Just Italia

Gli strumenti di pronto intervento saranno destinati a campi da gioco, palestre e sedi comunali per prevenire i casi di decesso da infarto improvviso che rischiano di colpire in qualsiasi momento

I recenti fatti di cronaca non lasciano dubbi: il defibrillatore è uno strumento indispensabile che può salvare la vita. Il problema della morte improvvisa colpisce la popolazione italiana nella misura di 1 caso all’anno ogni 1000 abitanti, il che porta alla drammatica cifra di 55.000 casi l’anno nel nostro Paese. Per il Comune di Grezzana questo significa 11 abitanti ogni anno. Il problema, di natura prevalentemente cardiologica, colpisce prevalentemente adulti e cardiopatici, affetti da patologie note o non diagnosticate ma l’evento, drammatico, può verificarsi anche su persone giovani, in particolare atleti professionisti o dilettanti. Le statistiche evidenziano che i primi 6-10 minuti sono cruciali, perché è in questo brevissimo lasso di tempo che possono verificarsi danni cardiaci e cerebrali irreparabili, a volte letali. Ma è ugualmente dimostrato che l’intervento tempestivo con un defibrillatore che venga utilizzato correttamente per la rianimazione cardiopolmonare, può essere risolutivo e salvare la vita.

A GREZZANA - Per questo, è fondamentale che ne siano dotati tutti i centri di aggregazione, in particolare quelli sportivi, dove bambini e adolescenti si misurano in tante discipline atletiche. Una consapevolezza che molte istituzioni hanno fatto propria, che si propone di informare e sensibilizzare ampie fasce di popolazione e che ha trovato nel territorio veronese particolare attenzione e il consenso delle organizzazioni più impegnate e responsabili. Come Just Italia, società con sede a Grezzana che da 30 anni distribuisce cosmetici naturali per il benessere della persona e l’igiene della casa, in Italia e in altri mercati europei, attraverso una rete di circa 20.000 incaricati alla vendita a domicilio. Just Italia è un’azienda con attività internazionali, ma è fortemente radicata nel territorio e portatrice di una solida cultura di responsabilità d’impresa. Per questo, ha sviluppato un’intensa attività di responsabilità sociale attraverso la omonima Fondazione, creata nel 2008, cui è affidato il compito di portare avanti progetti sociali sia su scala nazionale che in ambito locale, con investimenti medi intorno a 400mila euro l’anno.

L'INIZIATIVA - Fra le iniziative più rilevanti destinate al territorio va segnalata, quest’anno, la dotazione di 12 defibrillatori al Comune di Grezzana, al fine di potenziare gli standard di sicurezza di alcune sedi pubbliche destinate ad attività sportive o ricreative. Undici apparecchi saranno dislocati nei diversi luoghi di aggregazione, mentre uno sarà disponibile sull’ambulanza della Croce Verde di Grezzana. L’iniziativa si inserisce nel Progetto di “prevenzione e trattamento della morte improvvisa nello sport”, messo a punto dal Comune di Grezzana, che prevede non solo l’adozione dei defibrillatori ma anche la formazione specifica di ben 120 addetti. Anche su questo fronte, Fondazione Just Italia è un partner a tutto tondo: l’azienda ospita infatti presso la propria sede le sessioni di formazione teorica e pratica sui defibrillatori per 120 volontari, gestite da esponenti della Croce Verde, associazioni di rianimatori locali, esperti del settore. Fondazione Just Italia è inoltre impegnata, a fianco delle istituzioni, nella campagna di informazione e sensibilizzazione del pubblico.

DOVE ARRIVERANNO - Il Comune di Grezzana ha già individuato nel territorio di propria competenza i siti maggiormente esposti a eventi di questo genere, selezionando impianti sportivi, palestre, sedi comunali, ecc. Queste sedi verranno dotate di un defibrillatore e verrà contestualmente incaricato un responsabile che abbia superato i corsi di addestramento attualmente in svolgimento; seguirà una intensa attività informativa per segnalare la dislocazione dei defibrillatori sul territorio, iniziative attraverso il web e i social network, informazioni nelle scuole, materiale illustrativo sulle procedure di intervento e soccorso.

LE DICHIARAZIONI - “Siamo molto orgogliosi di questa iniziativa” - ha commentato Marco Salvatori, direttore generale di Just Italia e presidente di Fondazione Just Italia - “le attività di responsabilità sociale che la nostra azienda sostiene ogni anno sono di varia natura e si sviluppano sia a livello nazionale sia a livello locale. La consegna al Comune di Grezzana di 12 defibrillatori e il supporto nelle attività di formazione vogliono essere un ‘messaggio’ ideale a tutta la popolazione e intendono sottolineare la vicinanza concreta e responsabile di Just alle famiglie, alle istituzioni, al territorio”. “Buona parte delle persone che lavorano in Just (circa 90 nella sede di Grezzana) - ha proseguito Salvatori – provengono dalle zone circostanti e vogliamo che sentano la nostra attenzione e il nostro impegno. I ragazzi che giocano a calcio, pallacanestro, che nuotano, corrono, vanno in bicicletta, potrebbero essere i nostri figli. Ed è soprattutto pensando a loro, alla loro sicurezza e alla loro vita che abbiamo risposto con entusiasmo al progetto del Comune di Grezzana”. La consegna delle apparecchiature si terrà venerdì 19 aprile alle ore 18:30 presso la sede Just di Grezzana alla presenza delle principali autorità e istituzioni comunali e regionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento