Cazzola, Danti, Sirignano, tris della Virtus Verona alla Vis Pesaro

La squadra di Luigi Fresco ha ingranato la marcia giusta e nelle ultime cinque partite ha raccolto dodici punti

L'abbraccio dei giocatori della Virtus dopo il gol di Danti (Fermo immagine video Elevensports)

Tredici punti in classifica, di cui dodici conquistati nelle ultime cinque partite. Ha ingranato la marcia giusta la Virtus Verona che ieri, 13 ottobre, ha trovato la sua quarta vittoria in questo campionato di Serie C. Un successo meritato per 3-1 contro la Vis Pesaro al Gavagnin-Nocini di Borgo Venezia.

Partita subito in discesa per i veronesi, in vantaggio già al quinto minuto con Cazzola. Il giocatore della Virtus è fortunato a sfruttare una palla rimpallata al limite dell'area, ma è bravissimo ad alzare una parabola a giro sul secondo palo che batte Golubovic. E al decimo il risultato poteva già essere di 2-0 se Magrassi si fosse presentato puntuale all'appuntamento davanti alla porta avversaria con l'assist forte e teso servito da Danti. La Vis Pesaro allora ne approfitta con Malec che al 15' devia in porta un tiro di Voltan destinato a finire fuori. Il tiro di Voltan è molto potente e la deviazione è molto insidiosa, ma la risposta di Giacomel è decisiva ed istintiva ed evita il pareggio dei marchigiani. Il raddoppio dei veronesi nel primo tempo porta la firma di Danti, che si inserisce nell'area avversaria dopo una bella torre di Magrassi per Odogwu. L'assist di Odogwu e alto, ma Danti è rapido a prendere una posizione defilata e a calciare in porta al volo fulminando il portiere pesarese in uscita.
Il tris della Virtus Verona arriva dopo i primi dieci minuti del secondo tempo. Calcio d'angolo corto di Daniel, Onescu prolunga col tacco con la palla che scavalca tutta l'area piccola e giunge sul secondo palo dove Sirignano deve solo spingerla in porta. Per mezz'ora poi la Vis Pesaro cerca il gol della bandiera, soprattutto con l'ex virtussino Grandolfo. All'80' è Giacomel a dire di no all'attaccante biancorosso, ma dopo sette minuti la difesa della Virtus Verona non copre adeguatamente l'inserimento di Grandolfo su sponda di Malec ed è 3-1.

E sarà marchigiana anche la prossima avversaria della Virtus Verona che il prossimo 20 ottobre scenderà a San Benedetto del Tronto per affrontare la Sambenedettese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento