Due velociste veronesi nella staffetta italiana in finale ai Mondiali di Doha

Gloria Hooper e Johanelis Herrera Abreu hanno mosso i loro primi passi nell'atletica leggera nel Veronese. Insieme a Irene Siragusa e Anna Bongiorni hanno fatto segnare il record italiano e si sono qualificate a Tokyo 2020

Le 4 velociste italiane in finale (Fermo immagine video Facebook - Fidal)

Sono state brave e anche fortunate le velociste italiane della staffetta 4x100. Sono state brave perché si sono guadagnate la finale di questa sera, 5 ottobre, ai campionati mondiali di atletica leggera in corso a Doha, nel Qatar, si sono così qualificate per le Olimpiadi di Tokyo 2020, stabilendo inoltre il nuovo record italiano, con il tempo di 42 secondi e 92 centesimi. E la fortuna le ha aiutate perché, nonostante il record italiano, il loro era il nono tempo e quindi erano le prime delle escluse dalla finale. Un'invasione di corsia, però, ha causato la squalifica delle quattro staffettiste brasiliane e questo permetterà alle italiane di correre la finale stasera, intorno alle 21.

In questa bella storia sportiva c'è anche un po' di Verona. Le quattro velociste italiane sono infatti Irene Siragusa, Anna Bongiorni, Gloria Hooper e Johanelis Herrera Abreu. La Hooper è di origine ghanese, ma è nata a Villafranca ed è cresciuta a Isola della Scala. La Abreu è nata a Santo Domingo, ma da bambina ha raggiunto la mamma a Verona e i suoi primi passi nell'atletica leggera li ha mossi in società scaligere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

  • Verona e le sue bellezze storiche e culturali approdano in tv sulla Rai

Torna su
VeronaSera è in caricamento