Tezenis Verona, ecco Hasbrouck e Rosselli. Ed Andrea Amato saluta

I due rinforzi provengono dalla Fortitudo Bologna con cui hanno conquistato la promozione in Serie A. Mentre il futuro dell'ex capitano gialloblu sarà a Udine

Kenny Hasbrouck in maglia Fortitudo (Foto Instagram)

Arrivano Hasbrouck e Rosselli e Andrea Amato saluta. Quella che sta per terminare è stata una nuova settimana di annunci in casa Tezenis Verona. Quello più importante è l'arrivo in gialloblu della guardia americana classe '86 Kenny Hasbrouck, reduce da una stagione con la Fortitudo Bologna, in cui ha conquistato la promozione in Serie A, giocando 33 partite e tenendo una media di 16.5 punti, 2.7 assist e 1.6 palle recuperate.

Attaccante di qualità, Hasbrouck è un giocatore capace di esprimere anche grande efficacia difensivamente. Nato a Washington, ha iniziato la carriera nella Cardinal Gibbons High School prima di trasferirsi, dal 2005 al 2009, a Siena University. Nella stagione successiva matura un'esperienza in D-League con il Rio Grande Vipers e nell'estate del 2010 gioca la preseason NBA con la maglia dei Miami Heat, firmando successivamente la Fundaciòn Lucentum, in Spagna. Nel 2011-2012 vive la sua prima esperienza in Germania, con la maglia dell'Ewe Oldenburg, formazione con la quale partecipa anche all’Eurochallenge. La Virtus Bologna è la sua prima squadra in Italia, nella stagione successiva, e dopo una parentesi in Turchia con il Mersin Bsb, torna nel nostro campionato indossando la maglia di Ferrara e conquistando il titolo di top scorer del campionato. Cantù ed ancora Virtus Bologna sono le tappe della stagione successiva prima di tornare stabilmente in Serie A2 vestendo le maglie di Piacenza e Jesi. Due stagioni che sono l'anticamera della chiamata arrivata dalla Fortitudo.
«Cercavamo solidità ed esperienza - ha commentato il general manager della Tezenis Alessandro Giuliani - Hasbrouck è un giocatore capace di segnare ma anche di mettersi al servizio della squadra. Il valore di Kenny va oltre i numeri e le statistiche, parliamo di un giocatore che durante la settimana con l'esempio negli allenamenti è di traino per tutto il gruppo. Ci ha colpito la sua voglia di stare in Italia, di provare a vincere un'altra volta dopo l’anno con la Fortitudo».
«Sono felice ed emozionato di iniziare questa nuova avventura - ha aggiunto il giocatore - La struttura della società e gli obiettivi sono stati determinanti per la mia scelta. Ci siamo parlati con il management e con il coach, mi hanno dimostrato che mi volevano a Verona per un ruolo importante nel team che si sta completando per il prossimo campionato. Ai tifosi posso dire che darò sempre il 100%, sia dentro che fuori al campo, per aiutare la squadra».

E sempre dalla Fortitudo Bologna proviene l'altro rinforzo della Tezenis, Guido Rosselli. Nato il 25 maggio del 1983, è un giocatore in grado di ricoprire più ruoli sia lontano che vicino a canestro. Arriva in gialloblù dopo una stagione con 34 presenze, 10,9 punti, 4,3 rimbalzi e 4,5 assist di media a partita.
Rosselli ha iniziato a muovere i primi passi ad Empoli, prima di passare al Riva del Garda dove rimane dal 2002 al 2005. Successivamente Rieti nel biennio 2005 -2007, vestendo successivamente le maglie di Biella, Pistoia e Veroli. La carriera prosegue con l'avventura di Venezia, formazione con la quale gioca tre anni consecutivi in Serie A e durante questo periodo colleziona 29 presenze in Nazionale. Il ritorno in Serie A2 avviene con il passaggio a Torino dove, nel 2014-2015 conquista la promozione nella massima serie. Sotto la Mole rimane anche la stagione successiva mentre nel 2016-2017 approda alla Virtus Bologna, conquistando un'altra promozione in Serie A. Successivamente il passaggio alla Fortitudo Bologna, dove rimane per due stagioni, diventando leader fuori e dentro al campo.
«La Scaligera Basket è una società che mi piace da anni, Verona è una città che conosco, davvero bellissima - ha dichiarato Guido Rosselli - Quando è arrivata la chiamata sono stato contentissimo: io sono cresciuto guardando la pallacanestro degli anni di Iuzzolino e Williams, sono consapevole che questa società rappresenta un pezzo di storia del basket italiano. Per me è un piacere ed un onore giocare per la Tezenis. Il progetto è ambizioso, la società sta lavorando bene ed anche per questo la scelta è stata più facile. Conosco già coach Dalmonte dal 2013, so come lavora ed anche la sua presenza è stata importante per arrivare alla mia scelta. Dobbiamo essere bravi a creare un'identità forte di squadra seguendo i dettami del coach. I ragazzi dello scorso anno saranno importantissimi per farci ambientare velocemente perché il prossimo sarà un campionato sicuramente molto difficile: cambia la formula, viene inserita la fase ad orologio e ci sono squadre che si stanno attrezzando per fare davvero molto bene».

Infine, è stato rescisso in maniera consensuale il contratto che legava la Tezenis Verona e Andrea Amato, il quale andrà a giocare a Udine.
Capitano gialloblu nell'ultima stagione, Amato ha vestito 91 volte la maglia della Scaligera a partire dalla stagione sportiva 2016-17.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento