Due giorni di sport e divertimento tra canoa, kayak, rafting e Sup: torna l'Adigemarathon

Per questa 16esima edizione saranno oltre 300 i volontari impegnati

c

Ritorna l’Adigemarathon di canoa, kayak e rafting sul fiume Adige, giunta alla 16esima edizione, in programma domenica 20 ottobre. In acqua scenderanno gli agonisti, sul tradizionale percorso di 35 chilometri da Borghetto di Avio (Trento) a Pescantina (Verona); gli amatori e gli appassionati di rafting pagaieranno per 20 chilometri dall'Isola di Dolcè a Pescantina. Confermata, oltre alla consolidata gara internazionale, la mezza maratona dedicata ai ragazzi tra i 12 e i 15 anni da Dolcè a Pescantina. Il programma della manifestazione si completa con la gara di Rafting (R6), Campionato Italiano Maratona e la gara di SUP che si svolgerà sulla stessa distanza della mezza maratona.

La manifestazione è organizzata dal veronese Canoa Club Pescantina in collaborazione col trentino Canoa Club Borghetto d’Avio, il fondamentale supporto del Comune di Dolcè, Pescantina, Bussolengo ed il patrocinio di Provincia di Verona, Provincia di Trento, Comuni di Bussolengo, Avio, Brentino Belluno, Rivoli Veronese. Opereranno, lungo il fiume Adige, oltre 300 volontari, impegnati in servizi di supporto e per garantire ai partecipanti sicurezza (Croce Rossa Comitato della Valpolicella e Bardolino, Protezione civile ambientale di Verona, Protezione Civile di Dolcè, Polizia Locale Dolcè e Pescantina, Arma dei Carabinieri), ristori ed impegno sociale (Avis Valdadige, Gruppo Alpini Dolcè, Pro Loco e Gruppo Alpini di Volargne; sezioni Avis di Settimo, Balconi e Pescantina). Nel villaggio della canoa, a Pescantina, protagoniste assolute saranno cuochi e cuoche, coordinate da Ermino Panato, che sforneranno domenica 20 ottobre migliaia pasti a base di tortellini, cotechino e pearà.

Una maratona mondiale

«L’Adigemarathon» spiega Vladi Panato, presidente del Canoa Club Pescantina «continua a costituire un appuntamento internazionale di assoluto prestigio mondiale tant’è che nelle scorse edizioni ha costituito una tappa delle World Series di Classic Canoe Marathon». Lo scorso anno parteciparono ben 1482 tra canoisti, rafting e sup, record per l’Adigemarathon, confermando la manifestazione come la più imponente festa della canoa italiana. «Come Comune di Dolcè» rammenta il sindaco Massimiliano Adamoli «fin dalla prima edizione del 2004 abbiamo voluto essere un punto di riferimento per la manifestazione, divenuta nel tempo un imprescindibile appuntamento internazionale. Dall’Isola di Dolcè partono, fin dalla prima edizione, i canoisti amatoriali, arricchiti nel tempo dai rafting, i Sup, la mezza maratona per i ragazzi. Fondamentale, da sempre, è il costante apporto delle associazioni che ringrazio per la preziosa disponibilità. Rammento che Adigemarathon s’inserisce nella nostra politica a tutela dell’ambiente e del fiume Adige, ammirabile in tutta la loro bellezza, utilizzando la pista pedociclabile che lo costeggia per tutto il nostro territorio da Volargne fino ad Ossenigo».

Il sindaco di Pescantina Davide Quarella spiega: «Adigemarathon si lega alle risorse naturali di Pescantina a partire dal fiume Adige, al suo territorio ma anche ai nostri concittadini. La canoa ci rende continuamente fieri per i successi mondiali, europei e nazionali delle atlete ed atleti del Canoa Club Pescantina, organizzatore della maratona. Fin dalla sua prima edizione del 2004, cresciuta negli anni grazie al fondamentale supporto del Canoa Club Pescantina e di altre associazioni, questa manifestazione si è dimostrata un fondamentale veicolo di sviluppo del nostro territorio comunale, così come di quelli limitrofi con cui stiamo dialogando, per evidenziare le nostre bellezze sotto il profilo turistico e paesaggistico».

Anche in questa edizione vi sarà il gommone dei Sindaci che, dopo avere pagaiato per 20 chilometri dall’Isola di Dolcè a Pescantina, presenzieranno alla premiazioni degli atleti in programma dalle ore 14.30. «Auspichiamo che l’Adigemarathon sia baciata dal sole, come nella scorsa edizione» sottolinea il presidente del CC Pescantina Vladi Panato «costituendo una bella giornata di sport sia agonistico che amatoriale. Fondamentale sarà il ruolo degli oltre 300 volontari, degli enti locali e delle forze dell’ordine che vigileranno affinché tutto si svolga in sicurezza. Ringraziamo tutte le istituzioni ed enti locali, tra cui Pescantina, Dolcè e Bussolengo, per la sensibilità mostrata verso Adigemarathon, tutti i nostri sostenitori, sempre più numerosi, tra cui Hydrodolomiti Energia ed Alperia che permettono la buona riuscita della maratona, erogando in caso di necessità l’acqua».

Accrediti

Sabato 19 ottobre dalle 14 alle ore 19 saranno attive le operazioni di accredito a Pescantina nella zona arrivo; alle ore 16 è in programma un aperitivo per i partecipanti. Sul sito internet www.adigemarathon.com tutte le informazioni per le iscrizioni.

Agonisti

Domenica 20 ottobre con partenza alle ore 10 da Borghetto d’Avio, sul fiume Adige si confronteranno oltre 400 atleti lungo i 35 chilometri che la separano da Pescantina. Lo scorso anno sull’Adigemarathon sventolò la bandiera tedesca. Il K2 senior olimpico composto da Kroener/Paufler del Wassersport Wiesbaden 1921) vinse la 15a edizione, tagliando il traguardo di Pescantina col tempo di 1 ora 54 minuti e 26 secondi in solitaria, davanti al K2 senior olimpico ceco Mruzek/Slepica del Czech Canoe Team (1 ore 56 minuti e 28 secondi) ed ai tedeschi Willscheid/Friedrichsh Flury della Mammern (1 ora 58 minuti 40 secondi), aggiudicatisi il titolo nel K2 senior master. Primo equipaggio italiano il K2 olimpico senior di Federico Urbani/Tommaso Freschi della Canottieri Comunali Firenze, noni assoluti e terzi di categoria (2 ore 3 minuti 23 secondi).

Mezza maratona

Nel programma di gara è confermata la mezza maratona dedicata ai ragazzi tra i 12 e i 15 anni. Per le giovani promesse il percorso di gara sarà di 20 chilometri con partenza a Dolcè ed arrivo a Pescantina. La partenza della mezza maratona è prevista per le ore 11,30 dall’isola di Dolcè. Nel 2018 vincitore assoluto della Mezza Maratona e della categoria K1 Fluviale Ragazzi è stato Gabriele Ciani (Canottieri Comunali Firenze) in 1 ora 10 minuti; nel K1 fluviale cadetti vittoria per Fabio Arzel (Canoa Club Livorno) in 1 ora 19 minuti 13 secondi; nel K1 fluviale ragazze successo firmato da Valeria Donatelli del Canoa Club Pescantina in 1 ora 20 minuti 21 secondi; nel K1 fluviale cadette primo gradino del podio per Maya Bagnato (Canottieri Adda 1891) in 1 ora 19 minuti e 15 secondi.

Rafting e Sup

Sempre dall’isola di Dolcè, alle ore 11,40, è prevista la partenza dell’Italian Rafting Cup ed a seguire Sup Race (Dolcè). Lo scorso anno la gara di rafting è stata vinta da un equipaggio composto da associati dei Canoa Club Pescantina e Verona in 1 ora 47 minuti e 51 secondi; nella gara dei Sup successo assoluto per Rok Puvar del Watermon in 1 ora 34 minuti e 31 secondi.

Amatori

Alle ore 12 partiranno i canoisti amatori con l’obiettivo di raggiungere Pescantina dopo 20 chilometri. Con loro coloreranno il fiume gli equipaggi del rafting, che consentono a un numero sempre maggiore di persone di avvicinarsi all’ambiente fluviale, trascorrendo in amicizia una giornata all’insegna dello sport e della natura.

L'arrivo

Grande festa per tutti a Pescantina. Alle ore 14,30 si svolgeranno le premiazioni in zona arrivo. Per i primi agonisti l’arrivo è previsto a mezzogiorno circa; verso le ore 13 arriveranno i ragazzi della Mezza Maratona ed i Rafting agonisti, a seguire tutti gli altri per la più grande festa della canoa italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Senza cinture al momento dello scontro: grave la bimba, indagata la madre

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

Torna su
VeronaSera è in caricamento