Per Frosinone, Di Carlo chiede più concretezza al suo Chievo Verona

È proprio questa la qualità che è mancata nella sfida contro la Sampdoria, persa dai gialloblu per 2-0. «Abbiamo tirato molte volte e creato tante situazioni. Bisogna avere più cattiveria»

Domenico Di Carlo (Foto di repertorio)

Una prestazione di alto livello nel primo tempo, abbiamo messo in difficoltà la Samp, ma non siamo stati concreti.

Il riassunto della partita tra Sampdoria e Chievo Verona nelle parole del tecnico gialloblu Domenico Di Carlo. L'allenatore dei clivensi ha accettato la sconfitta, la prima da quando è tornato sulla panchina del Chievo, e ha messo in luce i lati positivi dell'incontro di ieri, 26 dicembre, a Marassi. Per Di Carlo è mancata la precisione alla sua squadra. «Abbiamo tirato molte volte e creato tante situazioni - ha detto Di Carlo - Bisogna avere più cattiveria».

La svolta dell'incontro è stata per l'allenatore del Chievo Verona l'ingresso in campo di Ramirez nei blucerchiati. «Poi il gol di Quagliarella ha spostato gli equilibri - ha aggiunto Di Carlo - Non ci voleva il 2-0. Se non avessero segnato il secondo gol, noi potevamo rimanere in partita fino alla fine, anche se nel secondo tempo abbiamo creato di meno rispetto al primo tempo».

È arrivata la prima sconfitta per Di Carlo, che ai suoi adesso chiede una reazione perché l'ultima gara del 2018 sarà determinante per i gialloblu. Sabato 29 dicembre, alle 15, al Bentegodi arriverà il Frosinone. L'ultima in classifica contro la penultima e se non dovessero arrivare i tre punti sarà difficile alimentare ancora le speranze di salvezza. «Lo spirito che abbiamo messo in campo contro la Samp dovremo rimetterlo in campo anche contro il Frosinone - ha dichiarato il tecnico del Chievo Verona - Ma dobbiamo avere più determinazione perché il gol lo segni solo se hai l'atteggiamento giusto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento