Il veronese Scandola torna dal Rally di Monte Carlo con i primi punti

Nella seconda giornata della gara, l'equipaggio di Hyundai Rally Team Italia è rientrato regolarmente dopo il ritiro di venerdì. E il risultato finale è stato decisamente positivo

L'auto del duo Scandola-D'Amore (Foto Bettiol)

Anche ieri, 25 gennaio, non è stata una giornata semplice per il pilota veronese Umberto Scandola e per il suo navigatore Guido D'Amore, al debutto nel Rally di Monte Carlo 2020. I due però ne sono usciti nella maniera migliore.

L'equipaggio di Hyundai Rally Team Italia è rientrato regolarmente in gara dopo il ritiro di venerdì a causa di un contatto contro un terrapieno che ha rotto il radiatore dell'auto. Gravati di una forte penalità imposta dal regolamento, Umberto e Guido non si sono persi d’animo e hanno cercato di recuperare posizioni e di prendere ulteriore confidenza con la vettura e con le insidiose prove speciali della gara mondiale. Da una parte era fondamentale non commettere errori e nello stesso tempo risalire nella classifica generale, anche se il ritardo non permetteva di puntare a traguardi troppo ambiziosi.
Il risultato finale è stato decisamente positivo. Tempi in costante miglioramento attorno alla sesta-settima posizione di categoria, nessun errore di guida e la vettura che ha risposto in maniera perfetta.

Scandola D'Amore Hyundai i20 Monte Carlo 3a-2

Al termine dell'intensa giornata, ha fatto seguito un lungo trasferimento di 245 chilometri per portare la Hyundai i20 al parco chiuso serale, anche se per Scandola e D'Amore non c'è stata la possibilità di disputare le ultime quattro prove di oggi, perché il Rally di Monte Carlo è l’unica gara del mondiale che limita l’accesso alla parte conclusiva solamente alle prime sessanta vetture classificate. Per Scandola la penalizzazione di oltre 50 minuti pagata venerdì lo ha estromesso da questo obiettivo che, altrimenti, sarebbe stato assolutamente alla portata.
Al momento la principale soddisfazione si concretizza con il nono posto di categoria premiato con due punti, i primi punti nella classifica conduttori del WRC3 dai quali ripartire già nei prossimi giorni.

Il programma messo in calendario dal team e dallo sponsor Withu prevede come seconda gara il Rally di Svezia dal 13 al 16 febbraio anche se al momento le condizioni meteo, in questo caso la scarsa neve sulle strade scandinave, potrebbe far modificare il programma da parte degli organizzatori.

Scandola D'Amore Hiundai i20 Monte Carlo 3b-2

Mi spiace non essere della partita anche domenica, ma queste sono le regole del Monte Carlo - ha commentato Umberto Scandola - Peccato per il piccolo errore di venerdì che ha pesato in maniera determinante sul proseguimento della gara. Ho comunque apprezzato le qualità della vettura e delle gomme e posso dire di aver accumulato una grande esperienza che mi tornerà utile già dalla prossima gara.
Ho capito che in condizioni normali io e Guido, assieme a tutto il team che ha lavorato in maniera molto professionale, possiamo lottare per il podio e i primi punti in questo lungo mondiale sono una motivazione per dare sempre il massimo.

Scandola D'Amore Hyundaii i20 Monte Carlo 3d-2
(Foto Bettiol)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Finalmente insieme a Verona i vincitori del concorso di San Valentino

Torna su
VeronaSera è in caricamento