Record di iscritti e possibilità di sorvolare le prove in elicottero: torna il Rally Due Valli

Saranno in tutto 242 le vetture ai nastri della partenza della manifestazione che si terrà da giovedì 10 a domenica 12 ottobre, divise in 5 diverse categorie

Rally Due Valli - Immagine di repertorio

Torna il Rally Due Valli in città con gare per cinque diverse categorie di vetture e l’arrivo in parata, per festeggiare il vincitore, in piazza Bra. L’appuntamento è per il prossimo week end, da giovedì 10 a domenica 12 ottobre.
L’edizione 2019 registra il record assoluto di iscritti, con ben 242 vetture alla partenza, a dimostrazione dell’importanza che la gara ha assunto a livello nazionale.

L’iniziativa ‘Rally Therapy- a bordo di un sogno’, vede quest’anno la partecipazione del pilota Stefano Fusilli, che accompagnerà i ragazzi diversamente abili nell’esperienza di guidare un’auto da corsa in un circuito di gara.

Tra le novità di quest’anno, la Due Vally Fly, l’iniziativa che permetterà agli appassionati di sorvolare in elicottero le prove speciali della gara durante il loo svolgimento, sia nella tappa di venerdì 11 che in quella di sabato 12 ottobre.

I 242 equipaggi saranno suddivisi nelle 5 manifestazioni: 62 partecipanti al 37° Rally Due Valli valido per il Campionato italiano Rally, la gara più importante del prossimo weekend; 83 al via del 37° Rally Due Vally valido per la Coppa Rally di Zona; 45 le vetture storiche del 14° Rally Due Valli Historic valido per il Campionato Italiano Rally Auto storiche e 9 gli equipaggi in lizza per il Trofeo Rally di Zona. Infine, ben 43 vetture ai nastri di partenza per la Regolarità Sport 9° Due Valli Classic.

La manifestazione, organizzata dall’Automobile Club Verona in collaborazione con Comune di Verona e Veronafiere, è stata presentata martedì in municipio dall’assessore allo Sport Filippo Rando. Presenti il presidente di Amia Bruno Tacchella, il presidente dell’ACI Verona Adriano Baso, il direttore Riccardo Cuomo, il presidente del Comitato organizzatore Alberto Riva, il pilota Stefano Fusilli, il vice sindaco di Tregnago Loris Franchetto e Luigi Formenti dell’Ulss 9 Scaligera.

La conferenza in municipio 1-2

«Nel mondo del Rally questa è la manifestazione più importante – ha detto Rando –. Per Verona è un onore poterla ospitare, visto che porterà in città tantissimi tifosi e appassionati di questo sport. Anche a livello logistico siamo riusciti a trovare la dimensione perfetta, facendo convivere la manifestazione con le caratteristiche della città e del nostro territorio».

«Amia è lieta di sostenere e di essere partner di questa importante occasione di sano divertimento sportivo – ha detto Tacchella -. Il successo di un’iniziativa di questo tipo dipende anche dalla sua organizzazione, e noi siamo pronti a fare la nostra parte insieme alla squadra che, da mesi, sta lavorando all’iniziativa».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto "vola" su altre due vetture a Pescantina in un parcheggio: spunta l'ipotesi della rissa

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Nuovo autovelox in Tangenziale Nord, 366 multe nelle prime 12 ore

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

  • Rombano i motori, Rally Due Valli al via a Verona: il programma della giornata

Torna su
VeronaSera è in caricamento