Pro Vercelli - Hellas Verona 1-1 | Ganz limita i danni ma la crisi continua

Un gol del numero arrivato in pieno recupero salva i gialloblu dall'ottava sconfitta stagionale, ma le avversarie vincono e allungano in classifica

Nella trentunesima giornata di Serie B, l'Hellas Verona viene fermato sul pareggio in casa della Pro Vercelli. 

Sembra non esserci fine alla crisi di gioco e risultati dei gialloblu, che allo stadio Silvio Piola hanno agguantato l'1-1 in pieno recupero, perdendo ulteriore terreno in classifica rispetto a Spal e Frosinone. Non ha per niente convinto la prestazione della squadra di Pecchia che, rispetto alla partita con l'Ascoli dove aveva sfiorato il gol in diverse situazioni, compie un passo indietro dimostrando come i suoi problemi si accentuino lontano dal Bentegodi. 
E pensare che la prima occasione per gli scaligeri è arrivata solo dopo quattro minuti, con Bianchetti che ha provato a punire un'uscita avventata di Provedel con una volée respinta dallo stesso portiere. Il match poi è proseguito all'insegna dell'equilibrio, con la sfera spesso tra i piedi dei giocatori dell'Hellas, i quali però hanno faticato molto a rendersi pericolosi: troppo lenta e prevedibile la manovra dell'undici scaligero, con troppi passaggi sbagliati e un atteggiamento poco combattivo. I padroni di casa allora si sono fatti più intraprendenti ma a loro volta sterili, con la sola punizione di Aramu ad impensierire Nicolas. L'atteggiamento apparso troppo sufficiente dei gialloblu, si è visto soprattutto un fase di recupero palla e di spinta, con le fasce spesso poco battute nei primi 45 minuti e nessun pallone decente per mettere Ganz in condizioni di guardare la porta. 
A rompere l'equilibrio allora ci ha pensato Rolando Bianchi con una bella conclusione, nata dall'ennesimo errore in fase di disimpegno dei veronesi, che ha permesso alla punta di mandare i suoi negli spogliatoi sull'1-0. 

La ripresa è iniziata con un Verona che ha provato a mantenere un baricentro più alto per schiacciare gli avversari: a minacciare la porta piemontese sono arrivati i colpi di testa di Caracciolo, Ganz e ancora Caracciolo, tra il 52' e il 59', tutti direttamente da calci piazzati o sui loro sviluppi. Con la Pro Vercelli ben chiusa, l'Hellas ha continuato a far girare la palla, tra errori vari e scarsa lucidità, senza riuscire a mettere veramente sotto pressione la difesa di Longo, che ha respinto agevolmente l'offensiva ospite, pur non riuscendo a pungere in attacco, con i soli di tiri di Emmanuello e Comi che non hanno preoccupato più di tanto Nicolas. L'intensità degli ospiti è piano piano cresciuta mano a mano che si avvicinava il novantesimo, senza però tramutarsi in vera foga agonistica: troppi i servizi sbagliati all'indirizzo degli attaccanti (Pecchia nel finale ha gettato nella mischia Cappelluzzo a sostegno di Ganz), che non sono stati messi nelle condizioni di colpire, mentre i tiri da fuori area s'infrangevano puntualmente sul fortino di casa. Un sussulto lo ha regalato una punizione di Siligardi, battuta da punizione defilatissima, che ha colto l'incrocio dei pali. Poi, quando oramai le speranze sembravano essersi tramutate in illusioni, il primo cross degno di questo nome, ha trovato lo splendido colpo di testa di Ganz per l'1-1 finale. 

Pecchia ha molto di poco di cui sorridere vista la prestazione dei suoi giocatori, apparsi ancora una volta con le idee poco chiare, senza cattiveria e a tratti troppo nervosi: lenti e prevedibili nel costruire il gioco, i gialloblu danno spesso modo agli avversari di leggere con largo anticipo le loro mosse, non riuscendo infine a servire gli attaccanti. Se a questo aggiungiamo i numerosi errori tecnici commessi da quei giocatori, come Bessa e Romulo, che dovrebbero dare qualità alla squadra, il quadro sembra essere abbastanza preoccupante. L'Hellas non sembra essere più in grado di ritrovare sè stesso e intanto Spal (+4) e Frosinone (+2) allungano, mettendo in serio dubbio la promozione diretta

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Giovedì apre Adigeo: a Verona Sud scatta il piano straordinario della viabilità

    • Cronaca

      Popolare di Vicenza, pensionata veronese vince la causa. Sarà risarcita

    • Cronaca

      Lavoratori sul tetto della Coca Cola di Nogara. Lo sciopero non si ferma

    • Cronaca

      Duplice omicidio di Albaredo. Andrei Filip è stato condannato all'ergastolo

    I più letti della settimana

    • Hellas Verona - Pisa 1-1 | I gialloblu non la chiudono e Tabanelli li castiga

    • Hellas Verona - Pisa, le probabili formazioni | Pecchia e i dubbi in attacco

    • LessiniaSport. 121 auto pronte a darsi battaglia sulle strade veronesi

    • Hellas, è un pareggio che non va giù: "Il rigore? Le immagini le hanno viste tutti"

    • Iscrizioni chiuse. Si avvicina l'ora della partenza per il settimo LessiniaSport

    • Playoff Challenge, Calzedonia parte bene. Sora battuta al tie break

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento