Rally Due Valli, i risultati delle prime prove: comanda Andrea Crugnola

In coppia con Pietro Elia Ometto, il varesino ha gestito alla perfezione la sua Volkswagen. Nell'Historic, il miglior tempo è arrivato dalla Porsche 911 di Roberto Rimoldi e Roberto Consiglio

Rally Due Valli, prova spettacolo

Il 14esimo Rally Due Valli Historic ha acceso i motori. Con la prova spettacolo «Suzuki - Città di Verona» i protagonisti del Ciras (Campionato Italiano Rally Auto Storiche) e del Trz (Trofeo Rally di Zona) hanno dato il via alle danze per l'atteso appuntamento dedicato alle auto storiche.
Come da pronostico il miglior tempo è arrivato da una Porsche 911, quella del piemontese Roberto Rimoldi che navigato da Roberto Consiglio ha fatto segnare il miglior tempo sul chilometro e 71 metri del tracciato cittadino nonostante un urto sulla fiancata sinistra rimediata in prova. Alle loro spalle il miglior tempo è arrivato dal vicentino Riccardo Bianco con al fianco Andrea Budoia che grazie anche ad un'azzeccata scelta di gomme hanno portato la loro Ford Sierra Cosworth 4x4 al secondo posto assoluto. Terza piazza assoluta per il siciliano Angelo Lombardo con Giuseppe Livecchi su Porsche 911 SC.
Tra i piloti di casa il cronometro ha dato il miglior tempo ad Alberto Sanna ed Alfonso Dal Brà, ma a causa di una penalità rimediata all'ingresso del controllo orario, in classifica hanno dovuto cedere il passo al rientrante Riccardo Andreis che assieme a Stefano Farina ha chiuso la prima prova al quinto posto assoluto con la sua Porsche 911 SC Gruppo B.
Oggi, 12 ottobre, la gara riprende con le restanti otto prove speciali in programma per il Ciras, mentre il Trofeo Rally di Zona le ultime due prove le farà in trasferimento in coda ai protagonisti del Campionato Italiano, con arrivo in Piazza Bra.

rally-due-valli-2019-3

E a proposito di campionato italiano, nella prima tappa del 37esimo Rally Due Valli c'è un solo leader incontrastato dopo le prime tre prove speciali: Andrea Crugnola, che in coppia con Pietro Elia Ometto ha gestito alla perfezione la Volkswagen Polo GTI R5 preparata dalla HK Racing per i colori della Project Team. Il varesino si è presentato al riordino di fine giornata con +16.7 di vantaggio su Simone Campedelli e Tania Canton sulla Ford Fiesta R5 MKII by M-Sport battente bandiera Orange 1 Racing. Il pilota cesenate ha lamentato dei problemi alla centralina, ma è riuscito con un colpo di coda a chiudere la tappa davanti alla coppia Basso-Granai (Skoda Fabia R5/Sport&Comunicazione). Il pilota veneto, attuale leader del Campionato Italiano Rally, è comunque da tenere in considerazione per la lunga tappa di oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento