Il Chievo si lascia scappare la vittoria: a Parma arriva il 4° pareggio consecutivo

Autore di una buona partita, che spesso l'ha visto comandare il gioco, il club della diga è passato in vantaggio con Stepinski, venendo poi raggiunto dalla grande punizione di Bruno Alves. Nel finale espulso Depaoli per doppio cartellino giallo

L'azione del gol di Stepinski

È arrivato il quarto pareggio di fila per il Chievo Verona nella quindicesima giornata di Serie A, grazie al risultato di 1-1 conquistato allo stadio Tardini contro il Parma. 

Fin dai primi minuti entrambe le formazioni si sono mostrate aggressive, pressando alto gli avversari per non lasciarli ragionare, senza risparmiare qualche colpo. È nata così una partita combattuta e gradevole, seppur non ricca di occasioni: troppa frenesia infatti da ambedue i lati del campo e poca precisione, che non hanno permesso di impensierire i portieri fino al 25', quando Sorrentino ha respinto la conclusione di Biabiany, mentre due minuti dopo ha dovuto opporsi alla volée Barillà, ben servito in area. 
Nonostante ciò, è stato il Chievo ad avere spesso in mano le redini della partita nella prima frazione: la squadra di Di Carlo si è dimostrata ostica e ben disposta sul terreno di gioco, sfruttando nella prima fase della frazione soprattutto la fascia destra per i cross, mentre nel finale è cresciuto Cacciatore dall'altra parte. Discorso diverso per il Parma che, a parte il tenativo di Pellissier su assist di Birsa al 33', ha rischiato molto poco, cercando di sfrutttare principalmente le ripartenze senza però poter contare sulla velocità di Gervinho. Equilibrato e piacevole, il primo tempo ha dunque visto un leggero predominio degli ospiti, mentre le due occasioni più importanti sono capitate sui piedi dei ducali di D'Aversa. 

LA CRONACA E IL TABELLINO

La ripresa è iniziata subito su ritmi alti, con un club della diga sempre intraprendente e premiato stavolta dalla zampata di Stepinski, bravo a deviare in rete la conclusione fuori bersaglio di Pellissier. Immediata la reazione dei padroni di casa, che hanno subito preso d'assalto l'area avversaria, con i veronesi che hanno subito alzato le barricate e limitato i danni, cercando di non rinunciare ad offendere. Il pareggio per il Parma però è arrivato comunque poco dopo, al 53', grazie ad una splendida punizione di Bruno Alves che non ha lasciato scampo a Sorrentino. Con il punteggio sull'1-1, il Chievo ha provato immediatamente a riportarsi avanti, ma Pellissier di testa non è riuscito ad inquadrare lo specchio della porta. La partita allora è proseguita su alti ritmi, con entrambe le formazioni decise nel cercare la vittoria, ma sempre un po' troppo imprecise negli ultimi 30 metri. 
Il Chievo in diverse occasioni è sembrato voler prendere in mano la partita, ma al 73', qualche minuto dopo l'insidioso colpo di testa di Di Gaudio, è rimasto in 10 per l'espulsione di Depaoli, ammonito per la seconda volta dall'arbitro La Penna. A quel punto la spinta dei ducali è aumentata, mente gli ospiti facevano più fatica a proiettarsi in avanti: però prima Sorrentino (su Rigoni al 77') e poi il palo (su Inglese all'87') hanno congelato il risultato. 

Non sembra voler arrivare dunque la prima vittoria del campionato per il Chievo Verona, che al Tardini gioca una buona partita contro un avversario difficile, senza trovare il colpo del KO. Il ritorno di Di Carlo sulla panchina giallobu sembra aver portato maggior entusiasmo e sicurezze in squadra, che rispetto a tante uscite della fase iniziale della stagione, appare più solida e concentrata, ma anche più decisa nel voler provare a mettere in difficoltà l'avversario. 
Senza successi però è difficile sperare di agganciare le dirette concorrenti alla salvezza, ma questi continui risultati utili dovrebbero anche accrescere l'autostima del gruppo, che domenica prossima sarà chiamato a dare un forte segnale sul campo della Spal. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento