Riscossa Chievo, mister Di Carlo convince tutti: «Abbiamo ritrovato lo spirito giusto»

L'allenatore gialloblu soddisfatto: «Abbiamo giocato con compattezza, ma anche con qualità. Si riparte da Pellissier». Il capitano: «Finalmente abbiamo un mister che crede in noi»

Domenico Di Carlo, allenatore del Chievo Verona

Primi bilanci positivi in casa gialloblu dopo quella che senza dubbio è stata la prestazione migliore della stagione, su un campo difficilissimo come quello del Napoli. Mimmo Di Carlo, soddisfatto per la prestazione dei suoi, aveva chiesto alla squadra di provare a sorprendere tutti, e in parte i clivensi ci sono riusciti: «Sono contento per la mia squadra anzitutto perché abbiamo ritrovato lo "spirito Chievo", - ha esordito nelle interviste del dopogara il mister gialloblu - quello di cui c'è bisogno per fare la vera impresa, e cioè fare più punti possibili partitia dopo partita. Non era facile venire qui a Napoli e tenere testa a una grande squadra, ma ce l'abbiamo fatta. Ci prendiamo il punto, ma ci prendiamo soprattutto la prestazione. I ragazzi sono stati bravi, perché abbiamo giocato con compattezza, ma anche con qualità, perché abbiamo dimostrato il coraggio di dar fastidio o addirittura provare a vincere la partita quando ce n'è stata l'occasione».

Leggi il commento alla sfida del Chievo contro il Napoli

Mister Di Carlo non si è comunque sbilanciato troppo, sa benissimo che il difficile deve ancora arrivare, ma la prestazione di ieri non può che aver galvanizzato tutto l'ambiente, in un periodo nel quale le cose sembravano girare malissimo: «Questa è senz'altro una buona base di partenza, - ha spiegato Di Carlo - poi bisogna avere anche un po' di fortuna nel calcio, ma questa va cercata e i ragazzi hanno lavorato molto bene negli ultimi quindici giorni, si sono uniti e ricompattati. Contro il Napoli abbiamo avuto la dimostrazione che il Chievo ha anche validi giocatori. Io ho solo cercato di metterli nelle migliori condizioni durante i primi giorni di lavoro insieme, per consentire loro di poter ritrovare se stessi e, come ho detto ai ragazzi, preparando la gara per provare a puntare ad essere la "sorpresa della giornata". Ci siamo riusciti in parte, ma sono molto contento, soprattutto per i ragazzi perché ora abbiamo una base di partenza per fronteggiare le altre partite nella maniera giusta». Previsioni per il futuro? «Ripartiamo da qui, si riparte dal nostro capitano Pellissier, dal suo spirito che è anche il nostro, sofferenza e coraggio».

E proprio Sergio Pellissier, autore di un'ottima gara, ha anche lui celebrato con la giusta dose di serenità la prestazione del Chievo al San Paolo: «Giocavamo contro una delle formazioni più forti del campionato, ci davano tutti già per sconfitti, ma il Chievo non è mai sconfitto, dall'inizio alla fine. Finalmente abbiamo un allenatore che crede in noi, finalmente ci ha fatto giocare a viso aperto contro una grandissima squadra, abbiamo avuto anche le nostre buone occasioni e, credo, questo sia il vero Chievo, non quello di prima. Oggi siamo tornati ad essere squadra, il Chievo si è sempre salvato grazie al gruppo».   

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidenti tra Nogarole e l'allacciamento per la A4: traffico bloccato sull'A22

  • Attualità

    Laboratori mobili di Arpav per monitorare la qualità dell'aria a Verona Sud

  • Cronaca

    Edicolante derubato da due uomini in scooter: fuggiti con 20 mila euro

  • Cronaca

    Taccheggiatrice con una borsa schermata arrestata alle Corti Venete

I più letti della settimana

  • "Adrian", spettacolo sospeso e polemiche. Casali: «Un fallimento, restituite il Camploy»

  • Amadou Càmara, storia di una morte indifferente nella città dell'amore

  • Il bidet si rompe e lo ferisce: trovato morto dissanguato nella sua casa

  • Storie di ordinaria follia: ordina su Internet un costume da bagno e riceve lingotti d'oro

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 febbraio 2019

  • Finisce schiacciato sotto un rimorchio e muore 70enne di Monteforte d'Alpone

Torna su
VeronaSera è in caricamento