Calzedonia sconfitta dalla Lube. Grbic: «Ma con le grandi ce la giochiamo»

I gialloblu hanno strappato un punto ai campioni d'Italia di Perugia e ai vicecampioni marchigiani. Due sconfitte consecutive al tiebreak con tanti lati positivi

Boyer schiaccia contro il muro della Lube (Fonte foto: sito BluVolley Verona)

Un punto strappato ai campioni d'Italia e un punto strappato ai vicecampioni d'Italia. Due sconfitte consecutive, ma con tanti segnali positivi per la Calzedonia Verona che, dopo il 3-2 contro Perugia, se l'è giocata al tiebreak anche contro la Lube Civitanova.

Primo set vinto dai gialloblu 23-25. Primi scambi in equilibrio, poi i veronesi devono rincorrere i vari break dei padroni di casa. Sull'11-8, la Calzedonia ritrova la parità sul 12-12, poi ancora Lube in vantaggio fino al 23-23. Boyer e un errore dei marchigiani chiudono il parziale.
Il secondo set è di Civitanova per 26-24. I biancorossi di De Giorgi non vogliono arrivare ad un nuovo finale punto a punto e nella prima parte del parziale provano a stendere Verona (12-4). La Calzedonia non molla e sul 18-14 lascia intendere che i giochi non sono ancora chiusi. I punti di Manavi e Solè e due ace di Spirito valgono il pareggio sul 21-21. Nel finale ai vantaggi, la Lube si aggiudica il set point con un muro di Kovar ed è 1-1 il conto dei set vinti.
Nel terzo set, ancora un successo della Calzedonia per 23-25. Verona vuole condurre fin dalle prime azioni (3-0), ma la Lube sa come recuperare. Anche sul 13-16, i marchigiani resistono, recuperano, ma non controsorpassano i veronesi che nel finale sono freddi a chiudere il parziale con Manavi.
Quarto set, nuovo pareggio della Lube per 25-19. La Calzedonia parte meglio, ma i locali non vogliono rivivere un parziale come quello precedente e dal 12-12 riprendono il controllo della gara. Leal non sbaglia un attacco, ma per andare al tie-break servono anche i punti di Cester e Juantorena.
Nel quinto set, Civitanova si prende la vittoria per 15-12. La Lube non indugia e si prende un bel vantaggio fin da subito (4-1). Le squadre cambiano campo sull'8-5 e la Calzedonia si affida a Birarelli per ritrovare la parità. Leal è però implacabile e decisivo nel finale, anche se il titolo di migliore in campo se lo prende Sokolov.

Abbiamo fatto una partita molto buona, dopo un carico di lavoro importante in settimana - ha dichiarato l'allenatore della Calzedonia Verona Nikola Grbic - Sono dispiaciuto, soprattutto per il secondo set che non siamo riusciti a ribaltare giocando molto bene. Alla distanza i loro campioni hanno cambiato la partita, noi dobbiamo continuare ad avere questa consapevolezza di potercela giocare con le grandi.

Cucine Lube Civitanova - Calzedonia Verona 3-2

Cucine Lube Civitanova: Sokolov 24 Kovar 3, D'Hulst 0, Marchisio (L) ne, Juantorena 25, Massari ne, Stankovic 3, Diamantini 0, Leal 22, Cantagalli 0, Cester 6, Simon 2, Rezende 3, Balaso (L). Coach: De Giorgi.

Calzedonia Verona: Pinelli 1, Giuliani (L) ne, Kaziyski 22, Alletti 0, De Pandis (L), Marretta 0, Birarelli 9, Boyer 25, Spirito 3, Manavinezhad 9, Sharifi 2, Solé 11, Magalini ne. Coach: Grbic.

Arbitri: Bartolini, Sobrero.

Potrebbe interessarti

  • Piscina interrata: ecco la guida che vi svelerà tempi e costi

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Labbra sensuali e carnose: ecco i rimedi naturali per un super effetto volume

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Veronese: muore dopo un incidente stradale in scooter

  • Cade dalla bici dopo essere arrivato al lavoro e muore davanti al padre

  • Poiano, uomo perde le vita in via Fincato nello scontro tra un'auto e una moto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 giugno

  • Rientra in hotel ubriaco, sbaglia stanza e picchia l'uomo che la occupa

  • Mamma dimentica le chiavi: bimbo di un solo anno resta chiuso in auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento