Spettacolo ed emozioni al LessiniaSport e al Lessinia Rally Historic

La gara di regolarità sport organizzata dal Rally Club Valpantena è stata vinta da Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani, mentre la coppia Bombieri-Scardoni ha trionfato nell'Historic

I vincitori del primo Lessinia Rally Historic

Il nono LessiniaSport, gara di regolarità sport organizzata dal Rally Club Valpantena, ha confermato ancora una volta la grande spettacolarità della specialità, con una sfida senza precedenti, serratissima ed emozionante che solo sugli ultimi metri del percorso ha saputo confermare i verdetti.

A vincere per la prima volta sono stati Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani, sulla Volvo 144 S del Progetto M.I.T.E., la scuderia che permette a navigatori ipovedenti di confrontarsi con questa specialità. L'affermazione di Fabbri è arrivata però solo alla fine, e per un distacco infinitesimale, un centesimo di secondo, che per i regolamenti della regolarità sport significa una penalità.
Una beffa per Andrea Giacoppo e Daniela Tecioiu Grillone (Lancia Fulvia HF/Team Bassano), in testa per gran parte della corsa ma ancora una volta costretti a rinunciare alla vittoria nel LessiniaSport. Per loro è il quarto podio in questa competizione ma non sul gradino più alto. La prestazione di Giacoppo è stata quasi impeccabile. Il pilota ha battagliato con Marco Bentivogli e Andrea Marani (Fiat 124 Abarth/Racing Team Le Fonti) per tutta la gara, fino a quando Bentivogli ha rimediato dodici penalità, che in gergo regolaristico sono una mezza eternità, e ha abbandonato le possibilità di vittoria, dopo essere stato anche in testa. A quel punto per Giacoppo pareva quasi fatta, ma il ritorno di Fabbri è stato decisamente effficace, con il ribaltone dell'ultima prova che ha rivoluzionato la classifica.
Il podio è stato completato dall'altro grande favorito della vigilia, Mauro Argenti a dieci penalità dai vincitori. In coppia con Roberta Amorosa sulla Porsche 911 T della Scuderia Palladio Historic, Argenti ha incasellato tempi di assoluto valore nella seconda parte della gara, recuperando fin dal sesto posto, un'impresa degna del suo nome che lo ha visto inoltre primeggiare tra gli iscritti della neonata Coppa Regolarità Sport Pro Enery Motorsport.

Primi tra i veronesi in gara e quindi vincitori dell'ambito Trofeo Buri, dedicato all'amico Maurizio Todeschini, sono stati i sesti assoluti Daniele Carcereri e Alessandro Maresca sulla Opel Kadett GSI della Scuderia Palladio Historic.
Mentre tra i contendenti al Trofeo Tre Regioni il podio è stato composto da Fabbri-Cipriani, Giacoppo-Tecioiu Grillone e Turri-Garavello.

Tra le scuderie il Progetto M.I.T.E. ha bissato il successo 2018, davanti alla Scuderia Palladio Historic e alla Scaligera Rallye.

Dobbiamo chiaramente ringraziare tutti i partecipanti, questa volta per primi - ha detto Roberto "Bob" Brunelli, presidente del comitato organizzatore - che ancora una volta hanno reso il LessiniaSport una gara di alto livello sportivo e agonistico. Grazie anche alle forze dell'ordine, alle amministrazioni comunali di Grezzana, Bosco Chiesanuova, Roverè Veronese e a tutto lo staff coordinato dal direttore di gara Stefano Torcellan.

Raffaele Bombieri ha invece centrato il successo al primo Lessinia Rally Historic al volante della BMW M3 targata Scaligera Rallye affiancato da Paolo Scardoni. L'equipaggio ha meritato in lungo e in largo il Trofeo Mec Car messo in palio per il primo assoluto, centrando la vittoria in ben sette prove sulle nove disputate. Bombieri e Scardoni, primi veronesi al traguardo, hanno anche portato a casa il Trofeo Buri.
Non è bastata una grande gara da parte di Denis Tezza e Massimo Merzari per centrare il massimo risultato. L'equipaggio Scaligera Rallye, sulla stupenda BMW M3 in livrea Camel ha chiuso con la seconda migliore prestazione, staccato alla fine di 1'04'' dai primi.
Terzi al traguardo Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi, sulla stupenda Lancia Stratos HF del Team Bassano.

Nella neonata Coppa 127 organizzata dalla Pro Energy Motorsport ha trionfato l'equipaggio composto da Oreste Pasetto e Carlo Salvo, proprio per i colori della Pro Energy.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

  • McDonald’s apre a Bussolengo un nuovo ristorante e cerca 40 persone: selezioni al via

Torna su
VeronaSera è in caricamento