Verona Rugby, vinto lo scontro salvezza con la Lazio e balzo in classifica

Un successo in trasferta che ha lasciato i romani all'ultimo posto nel campionato di Top 12 e che ha regalato ai veronesi cinque punti per salire al terzultimo posto, scavalcando il Valsugana Rugby Padova

Una mischia durante la partita tra Verona Rugby e Lazio (Fonte foto: sito Verona Rugby)

Seconda vittoria consecutiva per il Verona Rugby e quella di domenica, 10 febbraio, è stata anche vittoria piena. Un successo in trasferta nello scontro salvezza con la Lazio che ha lasciato i romani all'ultimo posto in classifica e che ha regalato ai veronesi cinque punti per salire al terzultimo posto, scavalcando il Valsugana Rugby Padova.
Prossimi avversari del Verona Rugby, l'Argos Petrarca Padova che domenica 17 febbraio alle 15 scenderanno in campo al Payanini Center di via San Marco a Verona.

I veronesi sono stati in vantaggio dall'inizio alla fine contro la Lazio. Già al primo minuto, il Verona Rugby riesce ad andare in meta con Tommaso Cruciani e dieci minuti più tardi è sempre cruciani a servire un assist a Signore per la seconda segnatura ospite. Sotto 0-12, la Lazio accorcia le distanze alla mezz'ora con Duca. Un calcio piazzato di Mortali sposta ancora il punteggio a favore del Verona per il 7-15, ma Barzone approfitta di un errore avversario per riportare la compagine romana a contatto con una meta che vale il 14-15. Prima della pausa, Verona ha ancora le energie per andare in meta con Buondonno e il primo tempo termina sul 14-22.
La ripresa si apre con un piazzato di Ceballos che vale il 17-22, a cui risponde per due volte Mortali per il 17-28 che perdura fino all'ultimo quarto d'ora. La Lazio va all'assalto e con Bonifazi segna la meta del 24-28. Una meta tecnica assegnata al Verona Rugby riporta la squadra ospite in vantaggio di 11 punti (24-35). I biancazzurri non mollano e segnano con Ercolani la meta del 31-35, con ancora dei minuti buoni da giocare. La difesa veronese però resta solida e il risultato non cambia più fino alla fine dell'incontro.

Ho visto una squadra molto propositiva in attacco, ma forse con un po' troppa leggerezza in alcune occasioni - ha commentato l'assistente allenatore del Verona Rugby Zane Ansell - La Lazio ha segnato su nostri errori. Dobbiamo migliorare la disciplina in attacco ed imparare ad avere più pazienza, capire quando accelerare e quando rallentare. 

S.S. Lazio Rugby 1927 - Verona Rugby  31-35

S.S. Lazio Rugby 1927: Bonifazi; Bonavolontà F.; Coronel, Lo Sasso (45’ Vella); Borzone; Ceballos, Bonavolontà D. (66’ Brui); Bruno; Filippucci (cap),Corcos (40’ Ercolani);Duca (74’ Freydell), Blessano (50’ Giancarlini); Bolzoni (50’ Santana),Baruffaldi, Cafaro (74’ Amendola).

Verona Rugby: Mortali; Buondonno, Pavan (79’ Contri), Quintieri; Cruciani; McKinney, Cruciani (66’ Navarra); Riccioli (cap) (66’ Bernini); Rossi, Salvetti; Signore (65’ Zanini), Groenewald; Cittadini (67’ Greef), Silvestri (78’ Delfino), D’Agostino (75’ Furia).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento