La Franklin & Marshall vola ai playoff. I ragazzi di Zanichelli scrivono la storia

La grande prestazione in casa della capolista Colorno regala ai verdeblù un traguardo mai raggiunto dalla società veronese. Adami: "Complimenti ai ragazzi che non hanno mai mollato"

È una gioia incontenibile”. Davide Adami, presidente del Cus Verona, non riesce a trattenersi. Il 21-34 con cui la sua squadra batte in casa il Colorno e conquista i playoff per la prima volta in cinquant’anni di storia, è un emozione grande. Dopo una stagione sudata, combattuta e fatta di alti e bassi, Adami fa i complimenti ai suoi ragazzi che “non hanno mollato neanche nei momenti difficili”. Questi playoff sono un premio arrivato grazie al grande sacrificio e alla voglia di tutti i giocatori che hanno tenuto duro fino all’ultimo minuto. Il Colorno mette in campo nei primi minuti diversi giocatori di rincalzo, ma gli uomini con più esperienza sono in panchina, pronti a subentrare. La prima mezz'ora è solo verdeblù: la Franklin & Marshall mette in campo tutta la determinazione e la concentrazione di cui è capace. Tre mete nei primi trenta minuti, una fra i pali di Enrico Corso, una di Ross Combe sulla bandiera e una di Badocchi da rolling maul. La mischia lavora sul possesso dell'ovale, sfiancando l’avversario. Complice il piede dorato di Enrico Michelini, che non sbaglia un calcio, il risultato va sullo 0-21, e la partita sembra ipotecata. Ma abbassare la guardia contro la prima in classifica non è mai una buona idea. e il Colorno infatti reagisce, mettendo in campo i suoi effettivi più pesanti. Il match si riapre, ma poi è di nuovo Combe a bruciare 40 metri di campo nei primi minuti della ripresa. Gli ultimi 10 minuti di gara sono un testa a testa, con la Franklin & Marshall che riprende il dominio dopo aver sofferto un po’. Al fischio finale esplode la gioia per la conquista di un traguardo spesso intravisto, ma mai raggiunto.

“Negli ultimi anni i playoff ci erano sfuggiti sempre per pochi punti. Questa è la vittoria di un club che è cresciuto tantissimo, dal settore giovanile fino al seniores”, commenta entusiasta Adami, “ Un pensiero speciale va a John Laryea, fermo da tempo per infortunio, e a tutti gli altri infortunati. A fine partita i complimenti degli avversari, che sono stati tosti, e hanno provato fino alla fine. Abbiamo fatto una gara maiuscola, le menzioni d'onore si sprecano”. E conclude facendo i complimenti ai suoi: “Da Combe, a Bergamin, a Badocchi, a Enrico Michelini: eccezionali”. Ma ora, archiviati i festeggiamenti, bisogna riportare subito la testa al campo: già domenica tocca al Rugby Recco, il primo ostico avversario che separa i verdeblù dal sogno promozione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

Torna su
VeronaSera è in caricamento