homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

L'Hellas infrange il tabù e affonda la Reggina

L'Hellas ce l'ha fatta. Il gol di Berettoni infrange il tabù in trasferta degli uomini di Mandorlini. Una vittoria metitata e cercata, che fa rimanere il Verona in gara per i primi due posti della classifica

L'Hellas ce l'ha fatta. Il gol di Berettoni infrange il tabù in trasferta degli uomini di Mandorlini. Una vittoria meritata e cercata, che fa rimanere il Verona in gara per i primi due posti della classifica.

Dopo le vittorie di Sassuolo, Torino e Pescara l'Hellas Verona doveva trovare i tre punti per rimanere in corsa per centrare la promozione nella massima serie.Il campo non è però dei più facili, a Reggio Calabria la Reggina è pronta a dar battaglia agli uomini di Mandorlini giocando una partita con il coltello tra i denti. La prima occasione da goal è sui piedi di Ferrari: al 7′ la punta scaligera prova a trovare il goal, ma trova sulla sua strada l’ottimo Belardi a salvare la porta.Al 19′ ci prova anche Tachtsidis dalla distanza, ma la conclusione manca di poco la porta. Un minuto dopo la Reggina risponde con Emerson, ma anche la sua conclusione non è del tutto precisa.   La partita è giocata a viso aperto da entrambe le squadre ed è aperta a qualsiasi risultato, dopo una prima mezz’ora a ritmi molto elevati le due squadre mettono i remi in barca pronte a darsi battaglia nella seconda frazione di gara.

Al 50′ è Hallfredsson a sfiorare la rete, ma anche la sua conclusione esce di pochissimo a lato. La Reggina risponde rendendosi pericolosa con Rizzo e D’Alessandro. Ma l’equilibrio del match viene spostato ancora una volta da una sostituzione di Mandorlini. E’ Berrettoni infatti, entrato al 49′ al posto di Galli, a trovare all’82′ il diagonale che mette la palla nel sacco e regala tre punti d’oro alla squadra gialloblu. Dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio del direttore di gara, l’Hellas vince una partita difficile e continua la corsa verso il sogno.

Un gol di Berrettoni dà al Verona la vittoria in trasferta che mancava da troppo tempo. La rete arriva a pochi minuti dal termine (37' st) su un cross di Scaglia verso l'area: Berrettoni anticipa il difensore, controlla il pallone e infila Belardi sul palo opposto. L'Hellas resta dunque in scia di Torino, Pescara e Sassuolo, tutte vincitrici nella giornata di oggi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Inseguiti dopo il colpo, speronano l'auto dei carabinieri e scappano a piedi

    • Incidenti stradali

      Addio a Maria Luisa: "Sei stata una grande amica e una grande donna"

    • Cronaca

      Lotta al racket degli accattoni. Sarà multato chi fa l'elemosina in centro storico

    • Incidenti stradali

      Incidente a San Michele Extra. Coinvolti un centauro, un ciclista e un pedone

    I più letti della settimana

    • Il calciomercato del Chievo Verona. Si cerca un rinforzo per la fase offensiva

    • L'Hellas conferma la "linea verde" e per Zuculini manca solo l'ufficialità

    • Un nuovo "martello" per Andrea Giani: Ferreira firma con Calzedonia

      Torna su
      VeronaSera è in caricamento