Hellas Verona - Udinese, le probabili formazioni | Pecchia si affida ai giovani?

Già matematicamente retrocesso, il tecnico potrebbe decidere di lasciare spazio a chi ha visto meno il campo, come Franco Zuculini, e di lasciare che ragazzi come Danzi e Lee facciano esperienza in vista del futuro

Il campionato di Serie A 2017/2018 arriva alla trentasettesima e penultima giornata, che vede l'Hellas Verona sfidare allo stadio Bentegodi l'Udinese, alle ore 15 di domenica 13 maggio. 

Matematicamente retrocessi dopo la sconfitta a San Siro contro il Milan, i gialloblu sono chiamati all'ultima fatica davanti al proprio pubblico, nel tentativo di salvare almeno la faccia al termine di una stagione disastrosa. 
I friulani hanno un solo punto di vantaggio sul terzultimo posto e sul terreno di gioco scaligero devono quindi trovare i tre punti, per non dover sperare in un passo falso del Cagliari e cercare di mettere le mani sull'obiettivo salvezza. 

I PRECEDENTI - Su 14 sfide disputate allo stadio Bentegodi, ben 7 sono stati i successi dei padroni di casa e 6 i pareggi, mentre l'unica vittoria dei bianconeri è stata firmata nel maggio 2015 da Totò Di Natale.

QUI HELLAS VERONA - Niente conferenza stampa per Fabio Pecchia alla vigilia del match, quasi certamente il penultimo del tecnico di Formia sulla panchina dei gialloblu. Senza Kean, che ha concluso la propria stagione per infortunio, e con Calvano, Valoti e Petkovic da valutare, se l'allenatore dovesse recuperare Bianchetti potrebbe decidere di regalargli qualche minuto dall'inizio, eventualmente al posto di uno tra Ferrari e Vukovic, mentre dovrebbero essere al loro posto Caracciolo e Fares. A centrocampo dovrebbero esserci Romulo e il giovane Danzi, con uno tra Franco Zuculini e Fossati a completare il reparto. In attacco Cerci potrebbe partire ancora come falso nueve, assistito da Verde e Matos, con Lee che potrebbe soffiare la maglia da titolare a quest'ultimo. 

QUI UDINESE - "Quando affermo che sarà necessario fare una buona prestazione intendo dire che abbiamo i presupposti per mettere in pratica quanto di buono preparato durante la settimana. A me piace praticare il bel gioco e lavorare su questo, ma i punti si fanno innanzitutto con la difesa. E domani andremo là con l’obiettivo di fare innanzitutto una bella prestazione difensiva e poi cercare di fare gol.
Formazione? Ci saranno delle novità sostanziali, ma non così tante come sono state anticipate in questi giorni. De Paul in mezzo?  A me piace come giocatore perché può dare quel qualcosa in più per fare la differenza. Bisogna metterlo nella condizione di fare quello che sa fare, durante gli allenamenti l’ho visto carico e con la giusta condizione fisica, la personalità ce l’ha pertanto spero che domani disputerà una grande gara. 
Sarà una partita difficile perché giocheranno molti che non hanno avuto molto spazio durante l’anno e avranno voglia di mettersi in mostra". 
Queste in sintesi le parole di Igor Tudor alla vigilia del match che può rivelarsi decisivo per i friulani. Senza lo squalificato Fofana e con Angella non al meglio, il tecnico dovrebbe schierare Nuytinck per Samir, insieme a Danilo e Larsen. Barak, Behrami e Jankto dovrebbero invece comporre la linea mediana, con Widmer e Ali Adnan sulle corsie laterali, mentre De Paul dovrebbe essere lasciato libero di muoversi dietro Lasagna. 

ARBITRO - Gianpaolo Calvarese di Teramo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Senza cinture al momento dello scontro: grave la bimba, indagata la madre

Torna su
VeronaSera è in caricamento