L'Hellas Verona nel mirino di Sundas: "Porto una proposta seria e completa"

In una nota diffusa l'agente Fifa ha comunicato di fare da "mediatore per un gruppo economico interessato ad investire nel calcio" e che sarebbe interessato anche alle quote del club scaligero

Ci aveva già provato con altre società di calcio, venendo spesso respinto, e ora Alessio Sundas si mette in gioco con l'Hellas Verona. 
In una nota diffusa anche alla dirigenza gialloblu attraverso l'agenzia Sport Man, l'agente Fifa ha comunicato di avere in mano una "proposta seria, completa ed articolata" per l'acquisizione delle quote del club. Sundas ha anche specificato di essersi fatto avanti nel ruolo "di mediatore per un gruppo economico interessato ad investire nel calcio". 

La nostra lettera – spiega Sundas – offre un ventaglio di possibilità alla dirigenza gialloblu, spaziando dall’acquisizione delle quote societarie al tesseramento di giocatori di ottimo livello, dall’arrivo di sponsorizzazioni importanti alla creazione di una Scuola Calcio ai massimi livelli. Una sorta di Vivaio Nazionale dove coltivare i campioni di domani. L’Hellas Verona è una società che ha scritto la storia del calcio italiano, tra le pochissime realtà di provincia a sconfiggere l’egemonia delle squadre potenti, vincendo un meraviglioso scudetto nel lontano 1985. Sarebbe intenzione degli imprenditori economici che la Sport Man ha l’onore di rappresentare poter rilanciare l’Hellas Verona sui palcoscenici che una tifoseria competente e passionale merita, avviando subito il potenziamento tecnico per una immediata risalita in Serie A. Sappiamo che questa nostra iniziativa susciterà i soliti ironici commenti di alcuni addetti ai lavori, torniamo a ribadire che la Sport Man non intende acquistare direttamente club calcistici, effettuiamo la ricerca e l’opera di mediazione per conto di imprenditori intenzionati ad investire capitali nel calcio. E’ vero che spesso le trattative non vanno a dama per la ritrosia di alcuni dirigenti a cedere le quote di maggioranza di società che ritengono loro giocattoli personali, ma possiamo assicurare che non interromperemo le nostre iniziative nemmeno in presenza di altri dinieghi. Attendiamo un segnale dai dirigenti dell’Hellas Verona, noi siamo pronti all’incontro anche domani.

Si attende ora di conoscere la risposta della società guidata da Maurizio Setti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Caso Balotelli, la Curva Sud dell'Hellas Verona risponde con ironia

Torna su
VeronaSera è in caricamento