Hellas Verona - Parma 3-2 | Jorginho di rigore e i gialloblu ora sognano

Il gol di Cacciatore, la rimonta ducale e poi i due rigori, netti, trasformati dal centrocampista italo-brasiliano, regalano la quarta vittoria casalinga agli scaligeri, che non mollano i vertici della classifica

L'Hellas Verona non si ferma più e conquista la quarta vittoria casalinga, su quattro gare disputate al Benetgodi, ai danni di un Parma che ha venduto comunque cara la pelle: un successo che viene dedicato alla memoria del presidente Giovanni Martinelli. La formazione guidata da Mandorlini è stata rimontata dopo l'inziale vantaggio di Cacciatore, ma mostrando un carattere da grande squadra, ha riportato il match sui giusti binari. Netti entrambi i rigori assegnati dall'arbitro Mariani per i falli subiti da Toni e Jorginho. Gli ospiti sono stati anch'essi autori di una buona pestazione, grazie anche ad un Parolo sugli scudi, riuscendo a mantenere in bilico il risultato fino all'ultimo.

I gialloblu hanno confermato il loro momento magico e, soprattutto, di essere una squadra ben costruita che prova sempre ad imporre il proprio gioco. Nel match odierno si è visto qualche svarione difensivo, legittimo se vogliamo vista l'inedita coppia di centrali. Ma questa terza vittoria in tre partite regala momentaneamente al Verona un posto tra le grandi di questo campionato, questo però non deve distrarre gli scaligeri dal primo, vero, obiettivo stagionale: la salvezza, una volta ottenuta quella si vedrà se sarà possibile alzare l'asticella. 

PRIMO TEMPO - Subito Iturbe dai 25 metri, conclusione alta. Amauri al 8' non si accorge di essere in posizione regolare e favorisce l'uscita di Rafael. Un minuto dopo Cacciatore viene lasciato solo su corner e di piatto insacca. Al 14' ci prova Acquah a botta sicura, pallone a lato. Due minuti dopo Bajza anticipa Toni in uscita. Amauri di testa al 17' non trova la porta e Parolo centra il palo subito dopo. Il pareggio ospite arriva con lo stesso Parolo al 19', che coglie un ingenuo errore di Gonzalez e fulmina Rafael da fuori area. Cassano si fa vedere al 21' dalla distanza, il portiere scaligero però è attento. Al 23' sugli sviluppi di una punizione dal limite, Cacciatore cerca la doppietta senza fortuna. Al 25' Parolo trova Cassano sul secondo palo, la difesa gialloblu si addormenta e il talento di Bari vecchia porta in vantaggio i ducali. Lucarelli al 30' colpisce una clamorosa traversa e Rafael dice di no a Felipe che cerca di ribadire a rete. L'Hellas ci prova senza trovare il giusto varco e si va al riposo con gli ospiti in vantaggio.

SECONDO TEMPO - I padroni di casa iniziano la ripresa cercando il pareggio. Mariani non convalida un gol di Toni al 48' per una spinta dell'attaccante. Al 60' Cassani stende Toni in area: rigore. Sul dischetto va Jorginho, Bajza tocca il pallone ma non basta. Rafael al 64' dice di no al solito Parolo smanacciando in corner. Acquah al 75' ci prova da fuori, Rafael respinge ancora una volta. Al 82' Iturbe serve Toni, ma la sua girata trova la pronta risposta del portiere ospite. Marchionni affossa Jorginho in area al 86': secondo rigore per i padroni di casa. Ancora Jorginho sul dischetto che batte Bajza per la seconda volta.

HELLAS VERONA - PARMA 3-2

MARACTORI: Cacciatore (HV) al 9', Parolo (P) al 19', Cassano (P) al 25', Jorginho (HV) al 61' e al 87'

HELLAS VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 29 Cacciatore, 23 Gonzalez, 25 Marques, 33 Agostini; 2 Romulo (dal 84' 11 Jankovic), 10 Hallfredsson (dal 65' 5 Donati), 19 Jorginho; 21 Gomez Taleb (dal 74' 6 Martinho), 9 Toni, 15 Iturbe.  

A disposizione: 31 Mihaylov, 3 Albertazzi, 4 Laner, 6 Martinho, 7 Longo, 8 Cacia, 13 Bianchetti, 14 Cirigliano, 26 Sala, 30 Donadel. Allenatore: Andrea Mandorlini.

PARMA (3-5-2): 91 Bajza; 2 Cassani, 6 Lucarelli, 19 Felipe; 87 Rosi (dal 74' 7 Biabiany), 30 Acquah, 32 Marchionni, 16 Parolo, 18 Gobbi (dal 88' 21 Sansone); 99 Cassano, 11 Amauri (dal 68' 17 Palladino).

A disposizione: 1 Pavarini, 43 Coric, 3 Mesbah, 5 Gargano, 10 Valdes, 20 Obi, 21 Sansone, 23 Mendes, 24 Munari, 28 Benalouane. Allentaore: Roberto Donadoni.

ARBITRO: Mariani di Aprilia.

AMMONITI: Felipe, Parolo, Rosi, Gobbi, Marchionni, Cassani, Acquah

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento