Hellas in paradiso dopo la vittoria sulla Juve: «Vogliamo ancora stupire»

I commenti dopo l'impresa del Bentegodi difficilmente riescono a descrivere lo stato di esaltazione di una squadra che non perde da otto gare e che non vuole fermarsi

Il rigore realizzato da Pazzini contro la Juventus (Fermo immagine video Youtube)

«Vittoria fantastica», «Realizzato l'impossibile» e ancora: «Non vogliamo finire di stupire». Ci hanno provato, ma nessun commento pronunciato ieri, 8 febbraio, riuscirebbe a descrivere l'incredibile esaltazione vissuta dall'Hellas Verona dopo la vittoria contro la capolista Juventus. I gialloblu hanno subito il gol di Cristiano Ronaldo, ma hanno saputo recuperare con Borini ed hanno chiuso il match sul 2-1 con il rigore trasformato da Pazzini.

L'allenatore dell'Hellas Verona Ivan Juric l'ha definita una vittoria «commovente».

Abbiamo giocato la prima mezz'ora in modo eccezionale, dominando, e avremmo dovuto fare gol per legittimare la schiacciante supremazia - ha detto Juric ad hellasverona.it - Poi, come tutti hanno visto, la Juve ha una qualità immensa e ci ha puniti con Ronaldo, ma i ragazzi sono andati oltre l'ostacolo con il cuore: volevano recuperare la partita, riprendendosi ogni pallone e correndo tanto, e alla fine ci siamo riusciti.
Sono strafelice e strasoddisfatto. Questi ragazzi mi stanno dando soddisfazioni in ogni partita e in ogni allenamento. Bisogna continuare così, senza mollare e insistendo nel dare il massimo: ogni gara va affrontata come fosse l'ultima perché sono convinto che se ci rilassiamo rischiamo molto, contro tutti. Dobbiamo tenere duro e non accontentarci.

Per l'Hellas Verona, quello di ieri è stato l'ottavo risultato utile consecutive. Una striscia di punti guadagnati che ha permesso ai gialloblu di salire al sesto posto in classifica.

Sto provando una sensazione di felicità indescrivibile, è tutto pazzesco - ha commentato Pazzini ad hellasverona.it - Abbiamo un mister che non molla mai. Sono sicuro che da martedì tornerà a farci lavorare duramente, ma ora è giusto godersi questo momento.

Sono dunque meritati i due giorni di riposo per i giocatori dell'Hellas Verona che, dopo aver affrontato Milan, Lazio e Juventus nel giro di una settimana, avranno una trasferta difficile ad Udine, perché l'Udinese è alla ricerca di punti per allontanarsi dalla zona retrocessione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento