Hellas Verona - Genoa 1-1 | Cuore e orgoglio non bastano: altro pareggio per i gialloblu

La punizione di Suso porta in vantaggio gli ospiti con l'aiuto di Coppola, poi Pazzini raddrizza il match ma il colpo del KO non arriva e i padroni di casa collezionano un altro pareggio che ha poco serve per la classifica

Al Bentegodi la ventunesima giornata del campionato di serie A si chiude con il pareggio per 1-1 tra Hellas Verona e Genoa, al termine di 90 minuti fatti di grande intensità e ritmi alti. 
Prosegue la stagione maledetta per il club di via Belgio, che non riesce a sbloccarsi e a trovare la prima vittoria stagionale neanche contro il Genoa, passato in vantaggio con un bel calcio di punizione di Suso, nonostante la grande voglia messa in campo fin dai primi minuti. Anche questa volta i ragazzi di Gigi Delneri hanno pagato i propri errori in fase d'impostazione, con troppi passaggi sbagliati negli ultimi 30 metri, che hanno condizionato così il numero di conclusioni verso la porta di Perin. Contro il Grifone inoltre la difesa ha saputo limitare le proprie sbavature, lasciando pochissimi spazi agli avversari, che raramente si sono presentati alla porta di Coppola. 
Nella ripresa il ritmo dei padroni di casa è salito ulteriormente, con il Genoa che sembrava oramai allo sbando: Gasperini così ha provato a correre ai ripari coprendosi di più, mentre il tecnico di Aquileia ha dato fondo alle proprie possibilità, alternando tutti gli attaccanti a sua disposizione. Gli assalti dei padroni di casa però non hanno portato alla capitolazione dei liguri, che fino alla fine hanno difeso la propria porta, provando anche a ripartire in velocità con Cerci. 
Senza il colpo del KO, l'Hellas si rende comunque autore di un'altra ottima prova, non certo la prima sotto la guida di Delneri, che però in termini di classifica non serve a smuovere le acque: i punti ora sono 10, 6 in meno del Frosinone penultimo, e la sensazione è quella che i gialloblu non siano riusciti a cogliere l'ennesima buona occasione per sbloccarsi. 

PRIMO TEMPO - Ritmi alti fin dalle prime battute del match. Pavoletti al 5' prova la rovesciata: conclusione spettacolare ma fuori bersaglio. Perotti se ne va in dribbling al 9' ma non si capisce con Pavoletti e l'azione sfuma. Grande pressing da parte di entrambe le formazioni, che si danno battaglia in tutte le parti del campo. Magistrale calcio di punizione di Suso dal limite al 19', che colpisce il palo ma poi la sfera sbatte sulla schiena di Coppola ed entra in rete. Subito dopo il cross di Wszolek trova in area Ionita, che di prima non inquadra lo specchio della porta. Debole il colpo di testa di Pavoletti arrivato al 24' da un corner. Contropiede 4 contro 3 del Genoa al 26', Perotti però non trova il momento per servire i compagni e l'occasione sfuma. Alto il tiro di Perotti al 32' dopo un'azione insistita del numero 10. Colpo di testa di Pazzini al 37', Perin blocca. L'Hellas continua a metterci il cuore ma sono veramente troppi gli errori in fase d'impostazione. Al 39' Ionita lotta in area per mantenere il possesso, creando la giusta situazione per servire l'inserimento di Pazzini che tutto solo appoggia in rete. Centrale la conclusione di Hallfreddson da lontano al 46'.

SECONDO TEMPO - Perin al 46' blocca il tiro-cross di Sala. Continua a metterci energia l'Hellas, per provare ad ottenere il primo successo stagionale. Al 56' Perin rischia con i piedi su Pazzini ma riesce a liberarsi comunque della sfera. Subito dopo è Pisano a metterla dentro in qualche modo, Ionita prolunga per Pazzini che prova la girata: centrale. Il batti e ribatti in area dopo una punizione dal limite favorisce Gomez, che da posizione defilata trova solo lo stomaco del portiere rossoblu. Siligardi al 64' premia l'inserimento di Wszolek, che salta Perin ma poi calcia sull'esterno della rete. Continua a spingere il Verona, con gli ospiti che sembrano in difficoltà. Al 75' Gomez servito al limite batte al volo verso la porta ma Perin si distende e allontana di pugno. Marchese per Pavoletti al 79': centrale il colpo di testa e Coppola blocca. Cerci al 89' se ne va sulla destra e la mette al centro, la palla arriva a Rincon che calcia ma la difesa devia in corner. Al 91' Gomez pesca in area Ionita ma il suo colpo di testa non impensierisce Perin. Alle stelle la conclusione di Siligardi dal limite al 93', dopo un bello scarico di Gomez. Ci riprova subito dopo Siligardi: violenta ma centrale la sua conclusione, con Pazzini anticipato all'ultimo sul tap in.

HELLAS VERONA - GENOA 1-1

MARCATORI: Coppola autogol (HV) al 19', Pazzini (HV) al 39'

HELLAS VERONA (4-2-3-1): 37 Coppola; 26 Sala, 18 Moras, 5 Helander, 3 Pisano; 19 Greco (dal 57' 16 Siligardi), 10 Hallfredsson; 13 Wszolek (dal 81' 7 Jankovic), 23 Ionita, 27 Rebic (dal 46' 21 Juanito Gómez); 11 Pazzini. 

A disposizione: 22 Bianchetti, 1 Rafael, 28 Emanuelson, 93 Fares, 97 Checchin, 6 Albertazzi, 41 Claudio Winck, 20 Zaccagni. Allenatore: Luigi Delneri. 

GENOA (3-4-3): 1 Perin; 24 Muñoz, 4 De Maio, 5 Izzo; 3 Ansaldi, 88 Rincón, 31 Dzemaili (dal 59' 30 Rigoni), 93 Laxalt; 17 Suso (dal 59' 11 Cerci), 19 Pavoletti (dal 68' 15 Marchese), 10 Perotti. 

A disposizione: 23 Lamanna, 16 Capel, 22 Lazovic, 32 Donnarumma, 21 Pandev, 18 Ntcham. Allenatore: Gian Piero Gasperini. 

ARBITRO: Gianluca Rocchi di Firenze. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

AMMONITI: Pisano, Dzemaili, De Maio, Hallfredsson

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento