Hellas ancora in attesa della sentenza su Cosenza. E intanto si ferma Ragusa

Trauma distorsivo al ginocchio sinistro per l'esterno alto, che rischia di non partecipare alla sfida con il Carpi. Nel frattempo la campagna abbonamenti tocca quota 7558 e lunedì 17 sarà l'ultimo giorno utile per sottoscriverlo

Non arrivano buone notizie dll'infermeria per l'Hellas Verona, che rischia di dover rinunciare ad uno dei suoi colpi estivi per la sfida con il Carpi. 

L'Hellas Verona FC comunica che il calciatore Antonino Ragusa è stato sottoposto ad accertamenti diagnostici che hanno confermato il trauma distorsivo al ginocchio sinistro, con lieve interessamento del legamento collaterale mediale.

Il calciatore verrà monitorato quotidianamente dallo staff medico gialloblù in vista del prossimo impegno di campionato.

Questo il comunicato apparso sul sito della società scaligera, con il quale viene annunciato l'infortunio dell'esterno d'attacco. Nel frattempo a Peschiera proseguono gli allenamenti sotto la guida di Fabio Grosso, che vuole trovare la sua prima vittoria in campionato come allenatore gialloblu: occorrerà attendere ancora qualche giorno infatti per la sentenza sulla partita saltata a Cosenza
A causa dell'inizio delle prevendite per la partita di domenica infine, è stata sospesa la campagna abbonamenti: l'ultimo giorno utile per coloro che intendono sottoscrivere la tessera sarà quello del 17 settembre. Intanto gli abbonati hanno raggiunto quota 7558. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va in fiera a gustarsi un risotto. Al ritorno non trova più due portiere

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 20 al 22 settembre 2019

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

  • Capelli neri, occhi marrone, Mister Italia 2019 è Rudy El Kholti ed è di Zevio

  • Forti temporali attesi sul Veneto e scatta ancora lo "stato di attenzione"

Torna su
VeronaSera è in caricamento