Ciclismo, Matteo Sobrero si è aggiudicato il Gran Premio Palio del Recioto

Il piemontese è giunto in solitaria sul traguardo di Negrar di Valpolicella, precedendo di oltre un minuto un quartetto di inseguitori

 

È andata in scena in una giornata di pioggia, martedì 23 aprile, la 58esima edizione del Gran Premio Palio del Recioto - Trofeo C&F Resinatura blocchi. La gara è stata vinta da uno strepitoso Matteo Sobrero, giunto in solitaria sul traguardo di Negrar di Valpolicella. Il piemontese ha precedendo di oltre un minuto un quartetto di inseguitori composto da Samuele Battistella, Giovanni Aleotti, Kevin Colleoni e Simone Zandomeneghi. La volata per il secondo posto ha visto imporsi Battistella davanti ad Aleotti.
Matteo Sobrero succede quindi nell'albo d'oro della corsa al sudafricano Stefan De Bod. Un doppio bis per la Dimension Data, formazione continental con affiliazione italiana, che vince per il secondo anni di fila il Gran Premio Palio del Recioto e piazza quest'anno due ciclisti su i due gradini più alti del podio.

Sono felicissimo per questa vittoria - ha commentato Sobrero - Le classiche di primavera erano tra gli obiettivi della stagione della squadra ed io con tutto il team ce l'abbiamo fatta. Questa era una gara più per le caratteristiche di Samuele Battistella e le nostre intenzioni erano quelle di fare la gara per lui. Però oggi mi sentivo bene pure io e siamo saliti entrambi sul podio, è stato fantastico. Sento di essere migliorato molto mentalmente, grazie al mio team e ai miei compagni di squadra che mi supportanto costantemente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    A Peschiera del Garda il ristorante "La Barcaccia" alla deriva sul Mincio

  • Video

    Grandinate sul lago di Garda: il video degli interventi dei vigili del fuoco

  • Cronaca

    Gestiva il traffico di droga tra Puglia e Veneto, bloccata associazione mafiosa

  • Cronaca

    Altro week-end di maltempo: pioggia, grandine e vento forte nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento