Non ci passerà, ma è stato presentato a Verona il Giro d'Italia Under 23

In città c'è ancora l'entusiasmo per la tappa conclusiva della corsa rosa. L'assessore allo sport Filippo Rando: «Una giornata incredibile, che ha dimostrato quanto il ciclismo sia amato e seguito dai veronesi»

(Fermo immagine dal video di presentazione del Giro d'Italia Under 23 - Youtube)

Finito un Giro, ne inizia un altro. I professionisti delle due ruote lasciano il testimone agli under 23, che si apprestano a partecipare alla corsa a tappe più importante della categoria.

Tra dieci giorni prende il via il Giro d'Italia Giovani Under 23, la prova più prestigiosa a livello internazionale nel panorama dilettantistico, che rappresenta un passaggio obbligato per i giovani ciclisti che ambiscono a diventare professionisti. Le gare finali si disputeranno in Veneto e per la presentazione ufficiale dell'evento è stata scelta come sede la Sala Arazzi del Comune di Verona. Ieri, 2 giugno, infatti, nel capoluogo scaligero è stato incoronato in Arena il vincitore del Giro d'Italia Richard Carapaz.

giro_Under_23_presentazione-verona-2
(Un momento della presentazione del Giro d'Italia Under 23)

Abbiamo ancora negli occhi le indimenticabili immagini di ieri, con l'Arena festante all'arrivo del vincitore - ha detto l'assessore allo sport di Verona Filippo Rando - Una giornata incredibile, in cui il ciclismo l'ha fatta da padrone, dimostrando quanto questa disciplina sia amata e seguita dai veronesi. La nostra regione è ora pronta per una nuova sfida sulle due ruote. In sella ci saranno i campioni di domani, giovani da tener monitorati perché tra qualche anno saranno loro ad indossare l'ambita maglia rosa. Una manifestazione che presentiamo con orgoglio, perchè ci rappresenta nei valori e negli obiettivi, e conferma la vocazione internazionale di Verona a livello sportivo.

Il Giro d'Italia Under 23 si terrà dal 13 al 23 giugno. Cinque le regioni interessate dalla corsa, con 176 giovanissimi ciclisti che si metteranno alla prova su un percorso di 1.200 chilometri. In Veneto le due tappe finali, con l'arrivo domenica 23 giugno a Passo Fedaia, tra le province di Trento e Belluno.

cipollini-schena-2
(Cipollini e Schena)

E la giornata di ieri è stata importante anche per la Funivia Malcesine - Monte Baldo, presente al villaggio allestito a Verona per l'ultima tappa del Giro d'Italia. Ospiti dello spazio allestito da Funivia Malcesine - Montebaldo ciclisti del calibro di Mario Cipollini, Paola Pezzo, Massimiliano Lelli e Alessandro Bertolini, oltre al presidente del Veneto Luca Zaia.

Formaggioni-Zaia-Schena-2
(Formaggioni, Zaia e Schena)

Funivia - ha detto il presidente Pier Giorgio Schena - è tra i protagonisti del Giro perché questa idea di sport, vicino al territorio, alla gente, alle bellezze naturali e alla montagna, è la stessa che condividiamo noi. Sono venuti a trovarci degli sportivi d'eccezione con i quali abbiamo cominciato a legare per promuovere il nostro territorio. Abbiamo preparato la strada per averli vicino a noi, spero in un prossimo futuro. Noi confidiamo di mettere a frutto quanto seminato in queste giornate anche perché il nostro territorio, il lago, la montagna e lo straordinario ambiente naturale di cui disponiamo si prestano tantissimo alle attività sportive.

Schena-Pezzo-Formaggioni-2
(Schena, Pezzo e Formaggioni)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Incidente in scooter a Malcesine: muore travolto da un autobus dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento