Fiorentina - Chievo Verona 1-0 | Penalty allo scadere, Bernardeschi elimina i Clivensi

Sconfitta bruciante per il Chievo che ha tenuto testa alla Fiorentina per tutta la partita, cedendo solo nei minuti di recupero con la rete dell'esterno viola su calcio di rigore

Il Chievo esce sconfitto dal Franchi di Firenze, venendo eliminato dalla Coppa Italia agli ottavi di finale, dopo una gara di grande corsa e sacrificio che, forse, non meritiva di perdere. Non è arrivata la vittoria, ma sicuramente i ragazzi di Maran hanno saputo riscattare la brutta gara giocata in casa contro l'Atalanta domenica. Il risultato finale dice 1 a 0 per la Fiorentina, ma avrebbe potuto anche essere l'inverso, stante le buone occasioni avute dai Clivensi durante la partita. A decidere alla fine è stato un singolo episodio favorevole ai Viola, un rigore al 90' procurato con caparbietà e realizzato con freddezza da Bernardeschi.

A inizio del primo tempo è la Fiorentina a prendere in mano l'iniziativa e al 2' potrebbe già trovare la via del goal con Zarate, ma l'attaccante sbaglia clamorosamente con l'interno destro calciando alto, seppur non di molto. Il Chievo però c'è e prova a reagire con Floro Flores che avrebbe un'ottima occasione per segnare, ma leggermente sbilanciato calcia alto col mancino da buona posizione.

Dopo le fiammate iniziali, la partita sembra spegnersi. Da segnalare giusto un paio di azioni, una al 18' con De Guzman in discesa libera sull'out di destra che mette al centro per Inglese, ma il suo tiro dall'interno dell'area finisce a lato. Sul versante opposto è invece il giovane Chiesa a rendersi pericoloso al 43' con un'incursione sempre dalla destra, dribbling a rientrare e tiro a giro col mancino che però Sorrentino blocca a terra in sicurezza.

Nei minuti finali della prima frazione, l'episodio che segnerà anche il prosieguo della gara: Radovanovic già ammonito e ripetutamente graziato dall'arbitro per almeno un paio di altri precedenti interventi al limite, riesce alla fine a procurarsi la seconda ammonizione e la conseguente espulsione, commettendo un ingenuo fallo su Tomovic lanciato in progressione. Sugli sviluppi della punizione, Bernardeschi con una mezza magia calcia in porta e coglie in pieno l'incrocio dei pali più lontano. Il primo tempo si chiude qui sul risultato di parità e il Chievo in inferiorità numerica.

La seconda frazione inizia con l'arrembaggio dei Viola, alla ricerca del vantaggio sfruttando la situazione di 11 contro 10. Prima Vecino da lontanissimo al 47', poi un minuto dopo ancora Bernardeschi ci provano, ma in entrambi i casi è bravo Sorrentino a deviare in calcio d'angolo. Al 49' arriva forse l'occasione più clamorosa per la squadra di Sousa: Chiesa entra in area dalla destra, mette al centro la sfera che deviata da un paio di giocatori supera Sorrentino, ballando pericolosamente sulla linea di porta e sbattendo alla fine sull'interno del palo. La goal line technology interviene, la palla non è entrata completamente. Sulla corta respinta della difesa clivense, Kalinic avrebbe un'altra chance per segnare, ma il suo destro finisce clamorosamente alto.

Al 67' il Chievo prova ad allentare il forcing dei Viola. È Bastien che suona la carica con un gran tiro da lontano che di poco termina alla destra di Tatarusanu. Tre minuti dopo un nuovo colpo di scena: fallo da dietro a centrocampo da parte di Zarate proprio su Bastien e cartellino rosso diretto. Decisione forse un pelo eccessiva e che suscita non poche proteste sulla panchina dei padroni di casa. Ma tant'è, la parità numerica è ristabilita e il Chievo trova nuova fiducia per affondare qualche colpo. L'occasione migliore capita sulla testa di Castro al 74', ma la sua inzuccata dopo un contropiede perfetto non riesce a tramutarsi in goal.

Quando i giochi sembrano ormai fatti e la sfida destinata ad andare ai supplementari, ecco che Gobbi in area al 90' pesta il piede di Bernardeschi, per l'arbitro Celi non ci sono dubbi, è calcio di rigore in favore della Fiorentina. Lo stesso esterno viola s'incarica della battuta, tiro forte e preciso con l'interno piede e Sorrentino è battuto. Clivensi dunque eliminati dalla Coppa Italia, ma con onore e forse anche un pizzico di sfortuna di troppo. Ora la testa va al prossimo appuntamento in campionato, sabato sera alle 20.45 contro l'Inter a San Siro, dove probabilmente per strappare qualche punto servirà anche l'ausilio della dea bendata, oltre che la concentrazione e determinazione messe in campo quest'oggi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Pedofilia all'istituto argentino Provolo. Ci potrebbero essere altri 3 accusati

    • Cronaca

      Naufragio di Rimini, oggi e mercoledì i funerali delle tre vittime veronesi

    • Cronaca

      Quattro arresti per i furti sulle auto a Verona: due di loro sono minorenni

    • Sport

      Perugia - Hellas Verona, le probabili formazioni | Pecchia prepara l'assalto al Curi

    I più letti della settimana

    • Bari - Hellas Verona 0-2 | I gialloblu espugnano in dieci il San Nicola

    • Bari - Hellas Verona, le probabili formazioni | Pisano ancora fermo ai box

    • Hellas, stagione finita per Franco Zuculini: rotto il crociato del ginocchio destro

    • Cassano ci fa un pensierino: "Il Verona m'intriga, ma solo in Serie A"

    • Chievo Verona - Torino 1-3 | Gialloblu non interrompono la serie di sconfitte

    • Chievo Verona - Torino, le probabili formazioni | Scatta l'emergenza per Maran

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento